Canali, domani mattina audizione in Regione

Al tavolo siederanno la proprietà, la provincia di Monza e Brianza, i comuni di Carate Brianza, Sovico e Triuggio, le organizzazioni sindacali, la Rsu e Confindustria Lombardia.

Canali, domani mattina audizione in Regione
Cronaca 08 Novembre 2017 ore 17:33

Canali, domani mattina audizione in Regione Lombardia.

Canali, domani mattina audizione

Audizione in merito alla situazione occupazionale del sito produttivo di Canali di Carate Brianza. Domani mattina 9 novembre è convocata l’audizione presso la IV commissione Attività produttive.

Audizione Canali in Regione

Al tavolo siederanno la proprietà, la provincia di Monza e Brianza, i comuni di Carate Brianza, Sovico e Triuggio, le organizzazioni sindacali, la Rsu e Confindustria Lombardia. L’incontro in Regione fa seguito all’annuncio della chiusura del sito produttivo dell’azienda in via Del Valà che produce abiti maschili di alta sartoria con il licenziamento di 134 lavoratori, fra cui 130 donne.

Il 14 novembre incontro a Roma

La trattativa per il futuro dei dipendenti della divisione Eraclon del gruppo «Canali» si sposta dunque a Milano. I sindacati del tessile Femca Cisl e Filctem Cgil  hanno rimesso sul tavolo il ritiro dei licenziamenti e la valutazione di soluzioni alternative.
L’audizione presso la IV commissione Attività produttive in Regione Lombardia è stata fissata per le ore 9,30 di giovedì 9 novembre. Il 14 novembre invece è attesa la convocazione al Mise, il Ministero dello Sviluppo economico.

La trattativa dei sindacati

La trattativa sindacale si era interrotta bruscamente dopo che, nei mesi scorsi, era stata gestita una riorganizzazione aziendale con l’utilizzo del contratto di solidarietà difensivo e con l’uscita di 75 lavoratrici. Altre 39 addette avevano accettato una riduzione del proprio orario di lavoro. Nei fatti, tra uscite e part-time, era stata trovata una soluzione in equilibrio con le esigenze aziendali, che intendevano riorganizzare lo stabilimento con la metà della forza lavoro.

Produzione da ridimensionare

Dal canto suo la «Canali» è rimasta ferma nella sua posizione: la produzione dovrà essere necessariamente ridimensionata, tenendo conto della minore domanda da parte dei mercati. La riduzione di personale a Carate Brianza sarebbe conseguenza della contrazione del mercato dell’abbigliamento formale maschile verificatasi nel 2009, ormai diventata strutturale, e che ha imposto pesanti tagli del personale.

 

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità