Capodanno da cani, ecco come comportarsi per tutelare gli animali

Per evitare ai nostri amici animali di passare una notte da incubo e ai padroni  la perdita dei cuccioli ecco i consigli dell’Oipa Lecco.

Capodanno da cani, ecco come comportarsi per tutelare gli animali
Monza, 30 Dicembre 2017 ore 18:02

A San Silvestro molti salutano il nuovo anno con botti e petardi. Lo fanno dimenticando che in molti animali, dall’udito ben più sensibile di quello umano, rumori forti e improvvisi provocano paura e panico. Il Capodanno da cani quindi significa spesso Capodanno di terrore e e disagio. “A ogni botto gli animali subiscono esattamente la stessa sensazione di chi si trova sotto le bombe. Per loro è come essere in guerra, restano traumatizzati per mesi” fanno sapere le associazioni animaliste che quindi lanciano un appello: “L’ideale sarebbe evitare del tutto i botti, come hanno ordinato diversi sindaci, ma se vi trovati in zone dove manca questa sensibilità, proteggete i vostri animali che soffrono tantissimo”.

Capodanno da cani

Per evitare ai nostri amici animali di passare una notte da incubo e ai padroni  la perdita dei cuccioli ecco i consigli dell’Oipa Lecco.

Oipa

Scopo dell’OIPA è la tutela e la valorizzazione della natura e dell’ambiente. Ma anche  l’abolizione della vivisezione nei vari paesi del mondo e la difesa degli animali da qualsiasi forma di maltrattamento. Vanta moltissime sezioni su tutto il territorio italiano, impegnate ogni giorno nel salvataggio diretto di animali, nell’informazione, nell’aiuto di canili e gattili, in presidi e nell’organizzazione di eventi a favore degli animali. Per conoscere la sezione  lecchese dell’Oipa clicca qui.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia