Carate Brianza, a settembre la nuova rotonda all’incrocio killer

L'appalto è stato aggiudicato a una impresa bergamasca per un importo di oltre 92mila euro. Cantiere al via dal 4 settembre

Carate Brianza, a settembre la nuova rotonda all’incrocio killer
10 Agosto 2017 ore 17:42

Fa discutere la nuova rotonda che il Comune di Carate realizzerà da settembre nel quartiere della Vicenzina, all’incrocio “killer” tra via Toti, via San Michele al Carso e via Trento Trieste nella zona del Taurus.

Il nuovo rondò (l’appalto è stato aggiudicato a una impresa bergamasca per un importo di oltre 92mila euro) è stato progettato dai tecnici del Comune con l’obbiettivo di mettere in sicurezza la pericolosissima intersezione, già teatro in passato di ripetuti incidenti ma ai residenti e ai commercianti del quartiere ha già fatto storcere il naso. La scorsa settimana nove attività commerciali e di servizi hanno inviato una lettera al sindaco per contestare il progetto.

La lettera dei commercianti

“Riteniamo inutile – dicono nella lunga missiva pubblicata integralmente sul Giornale di Carate in edicola da martedì scorso – l’ingente spesa in quanto la viabilità di via Toti, Trento e Trieste e San Michele al Carso – scrivono – rappresenta una rotatoria naturale con forma triangolare ma che è predisposta per svolgere la funzione circolare viabilistica. In effetti – sostengono i commercianti – rispetto all’attuale viabilità, al fine di evitare i continui incidenti dei veicoli che provengono da via Trento e Trieste e si immettono su via San Michele al Carso, sarebbe stato sufficiente interrompere il flusso proveniente da Albiate e diretto verso il centro città dirottandolo su via Toti per farlo poi transitare in via Trento e Trieste e rimetterlo su via San Michele in direzione Carate centro, come già avviene».

Ma come cambierà da settembre la circolazione nel quartiere della Vicenzina?

Via Enrico Toti diventerà a doppio senso di circolazione (oggi è a senso unico in direzione di Besana Brianza). La strada accoglierà i veicoli provenienti dal ponte di Realdino e diretti ad Albiate con un primo mini-rondò posizionato all’intersezione con via Fiume che saranno successivamente smistati dalla seconda nuova rotatoria realizzata poco prima del centro commerciale Taurus. Non sarà più possibile dirigersi invece verso l’ospedale risalendo via Trento e Trieste – dove sarà posizionato un new jersey in calcestruzzo per impedire la svolta a sinistra – mentre vi transiteranno, come oggi, i mezzi diretti verso il centro città.
Per chi proviene da Monza o da Albiate, la nuova rotatoria indirizzerà a Besana (percorrendo come oggi via Toti) oppure verso il centro di Carate percorrendo via San Michele al Carso ma senza più il rischio di trovarsi veicoli che, salendo da via Trento e Trieste, attraverseranno la strada per immettersi in direzione dell’ospedale.

Il cantiere aprirà il 4 settembre e si concluderà il 10 ottobre.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia