L'appello a Lissone

Carnevale, niente sfilate con i carri ma l’allerta resta massima

Il sindaco Concetta Monguzzi ha invitato alla prudenza e alla responsabilità: "Confidiamo nel senso civico dei lissonesi"

Carnevale, niente sfilate con i carri ma l’allerta resta massima
Cronaca Monza, 17 Febbraio 2021 ore 13:10

Per il secondo anno consecutivo, anche nel 2021 è saltata l’attesissima sfilata di Carnevale a Lissone. Una notizia che, purtroppo, era già nell’aria da molto tempo anche considerate le stringenti norme anti assembramento per contenere la diffusione del contagio da Covid.

Covid e Carnevale

Il sindaco di Concetta Monguzzi, ha preso carta e penna e ha scritto un messaggio in vista dei prossimi giorni, quando a partire da giovedì 18 febbraio inizieranno i festeggiamenti del Carnevale. E proprio in ottemperanza alle disposizioni governative, non ci sarà alcuna iniziativa pubblica organizzata dal Comune.

In vista della festività del Carnevale, mi appello al senso civico dei lissonesi, sia dei genitori che dei ragazzi: occorrono prudenza e responsabilità, occorre adottare ogni comportamento possibile per prevenire la diffusione del contagio. I numeri dicono che il virus circola ancora nel nostro territorio, un momento di festa non può e non deve trasformarsi in un potenziale pericolo per l’incolumità delle persone.

In ogni caso, prevedendo il possibile afflusso di giovani nelle vie e nelle piazze del centro storico lissonese, il Comando della Polizia locale ha già previsto di implementare il numero di agenti che saranno in servizio in piazza Libertà, in piazza 4 Novembre e nelle vie attigue, con gli agenti che – se necessario – richiameranno al rispetto delle regole, fra cui il distanziamento fra non congiunti e il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

In campo la Polizia locale

Gli agenti del Comando di via Gramsci – sia in pattuglia che a piedi – saranno operativi già dalla giornata di domani, giovedì 18 febbraio, per poi proseguire fino al termine della settimana nel servizio di monitoraggio, prevenzione e dissuasione.

In particolare, la Polizia locale nelle giornate di venerdì 19 e sabato 20 febbraio ha predisposto servizi ad hoc per evitare assembramenti in centro. Venerdì saranno 2 le pattuglie fisse a cui se ne potranno affiancare altrettante in caso di necessità, nella giornata di sabato la presenza di uomini crescerà progressivamente nel corso della giornata fino ad arrivare nelle ore centrali del pomeriggio alla presenza di 6 pattuglie impegnate nel controllo del centro cittadino.

Chiedo ai lissonesi che sceglieranno di vivere questo momento di festeggiamenti in uno spazio pubblico, di farlo con senso di responsabilità. Comprendo il desiderio di ritrovare la libertà e di riassaporare la normalità. Ma non possiamo dimenticare che attenzione e accortezza sono gli elementi che ancora oggi fanno la differenza. Evitiamo gli assembramenti, indossiamo la mascherina e igienizziamo le mani: sono gesti di attenzione verso noi stessi, verso i nostri cari, verso il prossimo.

Dodici mesi fa, l’incubo

Proprio lo scorso anno, poche ore prima dell’inizio della sfilata del Carnevale nel quartiere Bareggia che apre il weekend dei cortei festanti, era arrivata la notizia delle imminenti norme anti-Covid.

Era il 23 febbraio, in accordo con la Prefettura di Monza e Brianza, il Comune di Lissone decise di annullare le sfilate. Da quella mattinata sono trascorsi ormai 12 mesi e tuttora non abbiamo ritrovato quella normalità con cui eravamo abituati a convivere. Vediamo una piccola luce in fondo al tunnel, ma è ancora il momento di lavorare, tutti insieme, per superare questo difficilissimo momento. Prudenza e responsabilità sono d’obbligo.

Insomma, l’appello è quello di limitare gli assembramenti e – come sempre – di rispettare le semplici regole anti-contagio. Partendo dal corretto utilizzo delle mascherine su naso e bocca.

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli