Cartelli contro “Roma ladrona” appaiono sulla provinciale

"I paesi della Brianza vengono rapinati da Roma". Blitz nella notte da parte di un gruppo di ignoti che ha affisso manifesti lungo la provinciale Monza-Carate all'ingresso di Sovico, Macherio e Biassono, riportando per ogni paese i milioni di euro pagati in tasse dai cittadini.

Cartelli contro “Roma ladrona” appaiono sulla provinciale
21 Ottobre 2016 ore 11:03

“I paesi della Brianza vengono rapinati da Roma”. Blitz nella notte da parte di un gruppo di ignoti che ha affisso manifesti lungo la provinciale Monza-Carate all’ingresso di Sovico, Macherio e Biassono.

I cartelli, del tutto simili a quelli apparsi la scorsa primavera in altri Comuni della provincia (tra cui Besana, Veduggio, Briosco) indicano i milioni di euro pagati in tasse dai cittadini di ogni paese, soldi “rapinati” alla Brianza dallo Stato secondo gli autori del blitz, la cui identità rimane ancora un mistero.

Il tenore del messaggio ricalca le tesi della Lega Nord, anche se rivendicazioni ufficiali non ce ne sono, soprattutto dalle sezioni locali del partito che smentiscono ogni coinvolgimento nell’affissione dei manifesti.

Approfondimenti e commenti sul Giornale di Carate in edicola da martedì 25 ottobre.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia