Casa d’appuntamenti scoperta a Brugherio, un arresto

La donna che gestiva l'attività ha persino tentato di corrompere i carabinieri offrendo mille euro affinché chiudessero un occhio.

Casa d’appuntamenti scoperta a Brugherio, un arresto
20 Dicembre 2018 ore 09:49

Casa d’appuntamenti scoperta dai carabinieri in via Monza. Il blitz dei carabinieri martedì ha portato a due arresti.

Casa d’appuntamenti

A portare i militari ad approfondire le indagini su quanto accadeva in un appartamento è stato il vicinato, che aveva segnalato un anomalo via-vai. Così gli uomini dell’Arma si sono presentati alla porta e hanno scoperto il vaso di Pandora.

Un cliente

All’interno c’erano due donne di origine cinese, una del ’79, che gestiva l’attività, l’altra del ’66, che si stava occupando di un cliente. Non c’è voluto molto ad appurare cosa accadeva: all’interno dell’appartamento infatti, sono stati trovati un’agenda con i diversi appuntamenti e del denaro contante, ritenuto connesso all’attività. Inoltre, il cliente ha ammesso che aveva pagato in cambio di sesso.

Tentativo di corruzione

La donna più anziana delle due è stata arrestata con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Non solo, ma ha anche offerto ai carabinieri mille euro affinché sorvolassero sul controllo e chiudessero un occhio.

Clandestina

L’altra è stata invece denunciata e accompagnata in Questura per il suo stato di clandestinità. L’appartamento è di proprietà di un cinese regolare, riguardo al quale al momento non sono stati emessi provvedimenti. Si stima che l’attività andasse avanti da qualche mese.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia