Caso driver Amazon | L’onorevole Massimiliano Capitanio presenta interrogazione al Governo

La protesta partita dai lavoratori di Burago Molgora è arrivata sui banchi dell'Esecutivo.

Caso driver Amazon | L’onorevole Massimiliano Capitanio presenta interrogazione al Governo
Vimercatese, 03 Marzo 2019 ore 16:11

Caso driver Amazon | L’onorevole Massimiliano Capitanio presenta interrogazione al Governo dopo le proteste innescate dai lavoratori del grande centro di stoccaggio di Burago Molgora. “Ho chiesto al Ministro del lavoro e dello Sviluppo economico come intenda agire e se, e in che termini, monitori la regolarità delle condizioni di lavoro dei driver di Amazon”.

Caso driver Amazon

Una vicenda tutt’altro che semplice quella che coinvolge i driver di Amazon, che era esplosa in Brianza, per essere precisi a Burago Molgora, – dove di recente è stato aperto un grosso centro di stoccaggio in via Galileo Galilei – per poi spostarsi a Milano, con un presidio in piazza XXV aprile nel corso del quale i fattorini hanno chiesto e reclamato migliori condizioni di lavoro. E ora la situazione dei driver è arrivata sui banchi dell’Esecutivo: Il deputato brianzolo della Lega, Massimiliano Capitanio, infatti ha presentato un’interrogazione al Ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, per far luce sulla vicenda. “La situazione è complessa – ha proseguito Capitanio – Da una parte i sindacati denunciato “rischi altissimi con carichi di lavoro disumani”, con circa 180 consegne al giorno senza rispettare l’orario di lavoro di 9 ore e un quarto, dall’altra invece l’azienda replica che per le consegne ci si avvale di piccole e medie imprese specializzate e che, attraverso i fornitori di consegna, gli autisti percepiscono salari competitivi e benefits. E’ chiaro che bisogna fare chiarezza sulla situazione”.

L’interrogazione al Governo

Partendo da queste premesse, dunque, si sono creati i presupposti per l’interrogazione con cui Capitanio ha chiesto al Ministro “se e quali iniziative, nell’ambito delle proprie competenze, abbia intrapreso o intenda al più presto intraprendere per verificare la veridicità delle affermazioni di Amazon o la fondatezza delle denunce sindacali e, specificatamente, se il Ministero sia stato investito di altre segnalazioni a livello nazionale e, di conseguenza, se e in che termini il Ministero monitora la regolarità delle condizioni di lavoro dei driver di Amazon”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve