Dieci disponibili

Cassette dell'acqua in condominio, ci si può prenotare

Si può richiedere l'installazione a Monza grazie a un accordo con BrianzAcque

Cassette dell'acqua in condominio, ci si può prenotare
Cronaca Monza, 16 Aprile 2021 ore 16:19

Self service idrici, che dispensano «acqua alla spina» nelle versioni liscia e gassata, all'interno di contesti abitativi condominiali. Prende il via il progetto pilota «VerdeAcqua» che, grazie ad un protocollo di intesa siglato tra BrianzAcque e il Comune di Monza, porterà le «casette dell’acqua» in dieci condomini monzesi.

Economiche, sane ed ecologiche

«Si tratta di un progetto innovativo che punta a far diventare i condomini della nostra città sempre più plastic free», spiega l’assessore all’Ambiente Martina Sassoli che ha presentato l’iniziativa all’Anaci e a una rappresentanza di amministratori condominiali. L’obiettivo, ovviamente, è quello di spingere il consumo dell’acqua a Km 0 che garantisce importanti risparmi economici per le famiglie e vantaggi ambientali derivanti da una forte riduzione delle bottiglie di plastica usa e getta.

«Forti dell’esperienza maturata con la gestione di un parco di ottanta case dell’acqua e dell’alto gradimento riscontrato fra la popolazione, abbiamo ritenuto di allargare questo servizio portandolo in via sperimentale fin dentro i condomini di Monza grazie ad una partnership con l’Amministrazione Comunale», ha spiegato il presidente e Ad di BrianzAcque Enrico Boerci – L’acqua pubblica di rete che distribuiamo è buona, controllata, salubre. Ecologica ed economica».  L’acqua dei dispenser condominiali sarà «pescata» direttamente dall’acquedotto pubblico. «Un H20, sicura perché controllata da rigorose e ravvicinate analisi dei laboratori aziendali certificati dall’Ats competente, l’ente a cui spetta il giudizio di potabilità. Tuttavia, rispetto all’acqua del rubinetto, l’acqua delle casette è sottoposta ad un sistema di filtrazione a carboni attivi per eliminare eventuali tracce di odori o sapori sgradevole e a un trattamento di sterilizzazione», hanno spiegato i promotori.

Costi e prenotazione

La fornitura, posa, collaudo e messa in servizio degli erogatori è a carico di BrianzAcque, che garantirà per il primo anno - oltre al comodato d’uso gratuito - anche il servizio di manutenzione full service, compresa la fornitura delle ricariche delle bombole di CO2 per l’acqua gasata. Il costo del prelievo dell’acqua è definito dalle tariffe del servizio idrico integrato e confluirà direttamente nella bolletta. A partire dal secondo anno il costo sarà a carico del condominio. I condomini interessati (da un minimo di dieci a un massimo di quaranta unità abitative) hanno tempo dal 19 aprile al 10 maggio per presentare domanda via PEC (monza@pec.comune.monza.it).

Necrologie