Cenone di Natale in dormitorio come al ristorante grazie allo chef Giancarlo

Nonostante il periodo difficile il cuoco monzese non ha chiuso le porte alla solidarietà. Tra gli ospiti stupore e tanta emozione per una cena davvero speciale.

Cenone di Natale in dormitorio come al ristorante grazie allo chef Giancarlo
Cronaca Monza, 27 Dicembre 2020 ore 18:00

Tovaglie rosse, lasagne appena sfornate ma soprattutto un gesto d’amore che ha regalato un Natale diverso agli ospiti di “Spazio37”, il dormitorio di via Borgazzi aperto per l’accoglienza dei senzatetto durante il periodo invernale. Un’idea nata spontaneamente da Giancarlo Tamburrino, cuoco monzese e titolare del ristorante “Pinuccia a Mare” di via Lecco. Anche il suo locale ha dovuto abbassare la serranda per via delle limitazioni previste dal Decreto di Natale ma non si è fermata la voglia di fare solidarietà.

Casertano di origine ma monzese di adozione, 30enne e nel campo della ristorazione già da diversi anni, non è alle prime esperienze di beneficienza. “Siamo sempre stati sensibili ai temi sociali , collaboriamo da tempo con diverse associazioni di volontariato – ha spiegato – quest’anno è stato un anno particolare, difficile anche per chi lavora nel mio settore, cucinare per me significa regalare un momento di gioia e serenità, soprattutto a chi si trova in una situazione più critica della mia”. Da qui l’idea di regalare un pasto caldo agli “abitanti” del dormitorio di via Borgazzi che entrando in struttura la sera di Natale sono stati accolti da una piacevole sorpresa.

Lasagne vegetariane, sformato di verdure e un panettone con crema pasticcera, il menù della solidarietà pensato da Giancarlo, nel pieno rispetto delle tradizione e della cultura di tutti. Alle 20.00 sono stati preparati i piatti per i primi 4 ospiti. Secondo le norme per il distanziamento sociale e la sicurezza infatti, i senzatetto entrano a gruppi, in modo da evitare assembramenti.

Dopo una doccia calda i clochard sono stati serviti direttamente dal giovane chef, che ha approfittato per scambiare quattro chiacchiere anche con i volontari dei City Angels che hanno coordinato l’iniziativa per non lasciare nulla al caso. Grazie all’ottimo cibo si è creata subito un’atmosfera di festa con la voglia di scambiarsi gli auguri per un anno nuovo che sia davvero migliore.

Sul volto degli ospiti i sorrisi nascosti dalle mascherine, oltre alla gioia di sentirsi speciali per un giorno, in un clima in piena sintonia con lo spirito del Natale. Questa serata si aggiunge alle numerose iniziative che quest’anno nel periodo delle feste si sono moltiplicate. Dalle scatole di Natale a iniziative personali di bambini e cittadini che hanno donato tempo e regali, ma che soprattutto hanno riempito i cuori di chi quest’anno, nonostante il periodo ancora più difficile, si è sentito meno solo.

 

2 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità