Cronaca

Ceramiche Thun contraffatte: nei guai un grossista e 22 esercenti

Secondo quanto ricostruito dalla Procura l’uomo di origini asiatiche avrebbe avuto nei suoi depositi oltre 11mila prodotti a marchio Thun non originali

Ceramiche Thun contraffatte: nei guai un grossista e 22 esercenti
Cronaca Monza, 12 Ottobre 2017 ore 13:00

Nel 2011 diversi esercenti brianzoli avrebbero acquistato delle ceramiche Thun da rivendere sul mercato, credendole originali. E invece...

Ceramiche Thun contraffatte: grossista cinese nei guai. Coinvolti anche 22 esercenti

Si sarebbero riforniti da un grossista monzese dove avrebbero acquistato delle ceramiche a marchio Thun, credendole originali. E invece si trattava di merce contraffatta. L’indagine, condotta dalla Procura di Monza, ha portato proprio in questi giorni davanti al giudice Alessandro Rossato ben 22 negozianti sparsi su tutto il territorio provinciale - Vimercate, Brugherio, Monza, Veduggio e altri paesi.

In Tribunale è finito ovviamente anche il grossista, cinese classe 1972, che nel 2011 avrebbe appunto rifornito gli scaffali degli esercizi commerciali della zona con i prodotti non originali.

L'acquisto "in regola"

Secondo quanto ricostruito dalla Procura l’uomo di origini asiatiche avrebbe avuto nei suoi depositi oltre 11mila prodotti a marchio Thun contraffatti. I clienti si sarebbero lasciati tentare dal prezzo conveniente e avrebbero acquistato senza nutrire alcun sospetto, vista la regolare fattura emessa dal grossista.

Seguici sui nostri canali
Necrologie