Cesano Maderno, dopo venticinque anni gli anziani rinunciano al pranzo natalizio per aiutare i bisognosi

Dopo venticinque lunghi anni per la prima volta l’Associazione anziani spezza la tradizione e, a dicembre, non organizzerà il pranzo natalizio per gli over 65: "Preferiamo che il contributo che l'Amministrazione comunale solitamente ci destina sia riservato al settore sociale e a chi ha più bisogno".

Cesano Maderno, dopo venticinque anni gli anziani rinunciano al pranzo natalizio per aiutare i bisognosi
07 Novembre 2016 ore 13:59

Dopo venticinque lunghi anni per la prima volta l’Associazione anziani spezza la tradizione e, a dicembre, non organizzerà il pranzo natalizio per gli over 65: “Preferiamo che il contributo che l’Amministrazione comunale solitamente ci destina sia riservato al settore sociale e a chi ha più bisogno”.

La decisione è stata presa nell’ultima assemblea del consiglio direttivo e stabilisce lo stop all’iniziativa solitamente ospitata alle scuole elementari “Rodari” e che è aperta ai tesserati dei cinque Centri, ma anche ai non soci, agli utenti della casa di riposo “Don Meani” e alle autorità civili ed ecclesiastiche. “I partecipanti hanno sempre oscillato tra i 250 e i 500, ad eccezione dell’anno scorso, dove sono calati a 120. E’ innegabile: la crisi c’è. Così anche noi abbiamo scelto di cambiare rotta”, spiegano il presidente Renato Borgonovo e il segretario Nazario Panarotto.

A fronte di costi elevati tra catering, camerieri, musica e manifesti, il Comune ha sempre garantito un contributo fisso, che nel 2015 è stato pari a 5mila euro. “Da soli non ce la faremmo. In ogni caso però abbiamo fatto una riflessione: non chiederemo risorse all’Amministrazione perché preferiamo che non le dia a noi e le incanali nel settore sociale, garantendo un appoggio ulteriore alle famiglie che già sostiene. Ai nostri “bagordi” vogliamo anteporre bisogni seri e siamo felici di fare un passo indietro”, aggiungono. Al posto del pranzo comunitario ogni Centro potrà invece organizzare una festicciola nella propria sede, con costi ridotti ma garantendo comunque un momento di convivialità.

LA NOTIZIA SUL GIORNALE IN EDICOLA E ANCHE NELL’EDIZIONE SFOGLIABILE ONLINE PER SMARTPHONE, TABLET E PC.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia