Che spettacolo i fratellini lesmesi che cantano l'inno americano VIDEO

I protagonisti di questa favola sono Sebastian Rocco Leoni, 13 anni, e suo fratello Francesco, di 10 anni

Vimercatese, 01 Aprile 2018 ore 09:42

Campionato di Baseball Usa al via con due lesmesi per protagonisti (leggi qui)

Due fratelli che hanno avuto l’onore di cantare l’inno americano durante la prima partita della stagione. E’ la favola di Sebastian Rocco Leoni, 13 anni, e a suo fratello Francesco, 10 anni.

Un evento sportivo seguito da milioni di telespettatori

Venerdì, in concomitanza con la prima partita in notturna del campionato americano di baseball, i due fratelli hanno intonato l’inno Usa. I due giovanissimi, cittadini italiani, nati e cresciuti a Lesmo ma residenti in Texas, hanno intonato l’inno americano e «God Bless America» al Globe Life Park in Arlington, Texas in occasione della prima partita notturna della stagione Major League Baseball 2018 tra gli Houston Astros e i Texas Rangers.

Ecco la loro performance

CLICCA QUI PER VEDERE LA LORO PERFORMANCE

I due fratelli hanno iniziato a cantare insieme due fa

I due fratelli hanno iniziato a cantare insieme due fa. Pochi mesi di prove sono bastati per raggiungere ottimi risultati, tant’è che si sono già esibiti insieme in alcuni veri e propri tempi dello sport Usa come l’ American Airlines Center (in occasione della partita del campionato di basket NBA Dallas – Mavericks) e l’AT&T Stadium ( durante la partita di Football americano NFL Dallas-Cowboys).

I due fratellini sono orgogliosi di aver rappresentato un pizzico di Brianza e d’Italia intonando due canzoni nello stile che è ormai divenuto loro. "Siamo entusiasti di aver cantato ancora al Globe Life Park durante l’ “Opening Night” della stagione 2018 per i Texas Rangers e gli Houston Astros”», ha sottolineato Francesco Leoni.

"Queste canzoni hanno un significato importante per il popolo americano e la “opening night” e’ una delle partite con più tradizione della stagione - ha aggiunto Sebastian prima dell’esibizione - Sentiamo una grande responsabilità ma faremo il nostro meglio per rendere onore a ciò che rappresentano, e siamo orgogliosi che abbiano scelto due artisti italiani come noi, anzi brianzoli, per questo importante compito".

 

Necrologie