Accampamento e scarichi non a norma: chiesto il ripristino dei luoghi

La firma dopo il sopralluogo del Comando della Polizia locale dello scorso dicembre

Accampamento e scarichi non a norma: chiesto il ripristino dei luoghi
Monza, 13 Febbraio 2020 ore 15:03

L’accampamento tra viale Battisti e via Damiano Chiesa a Lissone avrà 30 giorni di tempo per ripristinare lo stato dei luoghi nell’area verde a ridosso della piazza del mercato, rimuovendo i manufatti e i relativi scarichi presenti sul terreno.

Accampamento, chiesto il ripristino

La dirigente all’Urbanistica Paola Taglietti, di concerto con gli uffici comunali, ha disposto la rimozione dei manufatti nell’area a margine di piazza degli Umiliati. Lo scorso 27 dicembre il Comando della Polizia locale aveva infatti effettuato un sopralluogo nell’area verde di proprietà privata.

Durante le operazioni erano stati riscontrati degli scarichi di acque nel campo adiacente via Chiesa su proprietà privata, lo stanziamento di automezzi e camper, l’allacciamento alla fornitura pubblica di acqua, l’allacciamento mediante contatori alla distribuzione di energia elettrica e l’immissione degli scarichi correlati agli automezzi e camper direttamente sul suolo, senza un collegamento idoneo con la fognatura comunale.

Presenti anche prefabbricati

Tutte queste situazioni sono in contrasto con le normative in materia ambientale che vietano espressamente lo “scarico sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo di acque reflue”.

Nell’area sono stati anche trovati dei manufatti non in regola con la normativa in materia di nuove costruzioni, che anche in caso di manufatti o fabbricati leggeri devono essere comunque “previamente autorizzate sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore”.

Incontrato il proprietario

Lo scorso gennaio gli uffici comunali avevano incontrato i proprietari dell’area, chiedendo l’immediato ripristino dei luoghi. Inoltre, l’area figura come “Agricola” e risulta tra l’altro all’interno del Parco locale di interesse sovracomunale del Grugnotorto e Brianza Centrale.

Il 24 gennaio scorso era stato dato avviso dell’avvio del procedimento per il ripristino dello stato dei luoghi dell’area, ma nei termini indicati la proprietà non ha depositato la documentazione utile a dimostrare l’avvenuto ripristino dello stato dei luoghi né altro genere di memoria partecipativa al procedimento.

Così hanno fatto sapere, con una nota, gli uffici di via Gramsci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve