Menu
Cerca

Chiude il Teodolinda, ti ricordi quando…

Un pezzo di storia di Monza che se ne va: inviateci anche voi i vostri ricordi

Chiude il Teodolinda, ti ricordi quando…
Cronaca Monza, 01 Febbraio 2018 ore 09:17

Si spengono i riflettori su uno dei cinema più antichi di Monza. Entro fine febbraio il Teodolinda chiuderà i battenti. Quindi resteranno solo Metropol e Capitol.

La ragione alla base della decisione presa dalla società SpazioCinema sarebbe riconducibile a un aumento del canone d’affitto, nonché da incassi insufficienti a coprire le spese.

Chissà quanti ricordi legati alla storica sala, quante prime volte di film visti. Raccontateci anche voi il vostro ricordo inviandocelo come commento sulla nostra pagina Facebook o tramite mail a redazione@primamonza.it.

Le origini risalgono agli inizi del Novecento

“Le origini del cinema Teodolinda risalgono ai primi decenni del Novecento – ha spiegato Ettore Radice, memoria storica della città – Solo che allora si chiamava Teatro Ponti e con la sua offerta di spettacoli di rivista aveva decretato la fine del ben più antico Teatro Sociale che invece, in città, aveva portato la lirica”.

Il Teatro Sociale è stato demolito nel 1928, mentre il Teatro Ponti ha proseguito con le sue attività fino agli anni Sessanta quando, dopo una breve interruzione dovuta ai lavori di restauro, ha riaperto come Cinema Teodolinda.

“Nessuno ha fatto niente per i cinema locali”

Particolarmente rammaricato dalla notizia è Francesco Cardin, la cui famiglia ha gestito per decenni molte delle sale cinematografiche presenti a Monza. “Nessuna Amministrazione ha mai fatto niente per mantenere vive queste realtà – ha tuonato –  I cinema sono sempre stati considerati un di più, salvo poi dispiacersi quando sono costretti a chiudere”.

Il parcheggio costa più del biglietto del cinema

Critico anche Domenico Riga, presidente di Confcommercio Monza e Brianza, nonché commerciante del centro. “Di parcheggi gratuiti nelle vicinanze delle sale non ce ne sono. Costa di più lasciare l’auto in uno dei posteggi del centro che non il biglietto stesso del cinema”.

“Un pezzo di storia che scompare”

Dispiaciuta della scomparsa imminente dell’ennesimo cinema è anche Rosella Panzeri, ex sindaco della Dc. “E’ un pezzo di storia che scompare – ha commentato – Per la città il cinema Teodolinda ha sempre rappresentato un centro culturale di grande importanza”.

Necrologie