Monza

Città in lutto per la scomparsa di Pietro Mazzo, fondatore dell'Unione Società Sportive Monzesi

"Per tutti noi dell’Ussmb noi è stato l'”homo faber”, colui che ha dato lustro alla nostra unione con le sue intuizioni, la sua lungimiranza, il suo coraggio"

Città in lutto per la scomparsa di Pietro Mazzo, fondatore dell'Unione Società Sportive Monzesi
Pubblicato:

Monza in lutto per la scomparsa di Pietro Mazzo, figura di riferimento della vita sportiva e associativa monzese. Mazzo si è spento nelle ultime ore  nella sua casa in città, all'età di 94 anni.

Città in lutto per la scomparsa di Pietro Mazzo, fondatore dell'Unione Società Sportive Monzesi

A darne notizia è stata l'Unione Società Sportive Monzesi, di cui Pietro Mazzo è stato fondatore e Presidente:

"La notizia che non avremmo mai voluto dare, che ci lascia con il cuore a pezzi e la mente piena di ricordi. Il nostro presidente onorario Pietro Mazzo, colui che ha guidato l’Ussmb per 23 anni fino al mese di aprile del 2016, si è spento questa mattina a 94 anni nella sua casa di Monza. Grande appassionato di sport, ha dato uno slancio alla pratica del calcio nel quartiere periferico del Cantalupo, trasmettendo a tanti giovani i valori dello sport. Per tutti noi dell’Ussmb noi è stato l’”homo faber”, colui che ha dato lustro alla nostra unione con le sue intuizioni, la sua lungimiranza, il suo coraggio. Si è speso per il Monza Sport Festival (ai tempi denominato “Festival dello Sport”) portando in autodromo sempre più discipline e campioni del calibro di Pantani nel 1998, quando il “Pirata” aveva appena vinto il Giro d’Italia. Mazzo (nella foto durante la cena per il suo 90° compleanno) è stato un uomo di sport, ma anche un gran signore, un maestro di vita, un saggio consigliere a cui rivolgersi. L’attuale presidente Fabrizio Ciceri e la sua vice Luisa Biella gli avevano fatto visita non meno di due settimane fa. <<Era dimagrito e provato - raccontano emozionati- ma la sua forza era sempre la stessa. Ci aveva spronato ad andare avanti, a non mollare, a continuare a portare in alto i valori e la bellezza dello sport. Ci mancherà tantissimo. È stata e sarà una persona insostituibile!>>.

Giovannino d'Oro nel 2002

Anche l'Amministrazione comunale in queste ore ha diffuso una breve nota paertecipando al cordoglio per la scomparsa di Pietro Mazzo, tra i fondatori anche dell'Associazione Amici dell'Autodromo e del Parco.

Il Sindaco Paolo Pilotto ne ricorda "La passione per lo sport, soprattutto per gli aspetti legati all’educazione e alla formazione dei giovani e per l’attenzione verso le
associazioni sportive della città, impegnate nella valorizzazione dello sport di base a tutti i livelli”.

Pietro Mazzo, fa sapere l'Amministrazione comunale, è stato  insignito del premio Giovannino d’Oro, la massima benemerenza cittadina, nel 2002 e ha collaborato instancabilmente con il Comune all’organizzazione del Festival dello Sport, che dal 1976 è stato l’appuntamento irrinunciabile per migliaia di atleti radunati ogni anno in Autodromo.

Seguici sui nostri canali
Necrologie