Il Codacons chiede al sindaco telecamere per la scuola

Dopo l'ennesimo atto vandalico all'uscita della primaria "Gianni Rodari".

Il Codacons chiede al sindaco telecamere per la scuola
Cronaca Seregnese, 12 Dicembre 2017 ore 08:22

Dopo gli atti vandalici alla scuola “Gianni Rodari” di Cesano Maderno, il Codacons scrive al sindaco Maurilio Longhin per chiedere l’immediata installazione di telecamere di sorveglianza. “E’ necessario intervenire subito per porre fine a queste azioni sconsiderate”, scrive in una nota ufficiale l’associazione per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori.

La richiesta dopo i recenti episodi

La scuola primaria “Gianni Rodari” di Molinello stata oggetto di recente di atti vandalici. A farne le spese i cestini davanti al plesso, ai quali è stato dato fuoco. “La scuola – denuncia il Codacons – è da tempo nel mirino di malviventi, che hanno posto in essere diverse azioni atte a rovinare l’istituto. Qualche tempo fa infatti, i muri della scuola erano stati imbiancati, per coprire le innumerevoli scritte che li avevano rovinati, ma pochi mesi dopo sono stati nuovamente imbrattati”.

I genitori degli alunni della scuola sono ormai esasperati e nei giorni scorsi anche il capogruppo Pd in Consiglio comunale, Francesco Romeo, aveva invocato le telecamere. “Dare fuoco ai cestini può essere un’azione molto pericolosa – scrive il Codacons – non solo per i bambini ma anche per chiunque passi di lì. La zona, essendo nelle ore tarde buia e poco frequentata, si presta ad atti illegittimi dei vandali, i quali hanno così possibilità di agire indisturbati”. Da qui la richiesta di occhi elettronici: “È fondamentale agire prontamente e procedere all’installazione di tali telecamere, al fine di individuare i colpevoli e porre così fine alle azioni illecite che si verificano ormai così spesso”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità