Coltiviamo Cesano lascia gli orti condivisi

Durissima lettera d'addio: "Due anni di assenza di risposte fattive alle nostre richieste".

Seregnese, 25 Settembre 2019 ore 12:57

Coltiviamo Cesano lascia in polemica gli orti condivisi di via Campania a Cesano Maderno.

Coltiviamo Cesano lascia gli orti condivisi

Il direttivo dell’associazione di promozione sociale Coltiviamo Cesano sbatte la porta e in una lunghissima lettera d’accusa all’Amministrazione comunale lamenta “due anni di assenza di risposte fattive alle nostre richieste. Ogni volta siamo stati da un lato rassicurati sulla possibilità di un nuovo affidamento dell’area su cui insisteva la nostra progettualità, e dall’altro disincentivati attraverso la mancata attuazione dei dovuti passi formali”.

A giugno il primo malessere

Lo scorso giugno Coltiviamo Cesano aveva già manifestato il suo malessere non partecipando alla festa in centro con tutte le associazioni del territorio. Ora lo strappo definitivo. “Lasciamo in eredità a questa città – così il direttivo con amarezza – un nuovo parco”, il frutto di “un progetto in cui abbiamo fortemente creduto e che ha portato sul territorio 130mila euro di finanziamento da un bando provinciale di Fondazione Brianza. Un progetto che è stato selezionato e portato come esempio a Expo 2015”.

I ringraziamenti finali

I ringraziamenti finali sono per “tutte le associazioni che hanno partecipato, i cittadini che si sono spesi per la realizzazione delle attività, la Solaris che si è spesa nel supporto oltre al dovuto” e, in polemica con l’attuale Esecutivo, “la passata Amministrazione di Gigi Ponti che ha sostenuto con convinzione, entusiasmo e determinazione le fasi di progettazione e attuazione del progetto”.

L’assessore: “Una presa di posizione incomprensibile”

Non ci sta l’assessore all’Ambiente, Salvatore Ferro: “E’ stato detto a più riprese, anche a giugno, che si stava procedendo a inquadrare le attività di volontariato in una delibera generale. La delibera è stata approvata ed è in fase di pubblicazione”. E aggiunge: “Ci eravamo impegnati a definire la posizione di Coltiviamo Cesano nell’ambito di tale progetto, e avevamo detto ai volontari che nel frattempo potevano tranquillamente proseguire la loro attività. Sinceramente – aggiunge Ferro – non comprendo quindi questa presa di posizione”. L’assessore si augura un passo indietro del sodalizio: “Ritengo il progetto allegato alla delibera un bel progetto che offre ampie prospettive di sviluppo nei rapporti tra l’Amministrazione e il volontariato. C’è spazio anche per Coltiviamo Cesano, se tornerà sui suoi passi”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia