Comune e parrocchia vincono la causa per le campane

Il giudice Chiuri del Tribunale di Monza ha rigettato la richiesta di risarcimento danni nei confronti del Comune di Villasanta e della parrocchia Sant'Anastasia

Comune e parrocchia vincono la causa per le campane
Vimercatese, 07 Maggio 2018 ore 12:46

Il Tribunale di Monza dà ragione alla parrocchia e al Comune di Villasanta: le campane della chiesa di Sant’Anastasia "non superano la normale tollerabilità".

L’ex parroco don Ferdinando Mazzoleni vince la «guerra santa» delle campane e non dovrà scucire un euro nei confronti di coloro che hanno fatto causa alla parrocchia per ottenere un risarcimento danni per 34mila euro (richiesta poi ridotta a 10mila euro in corso di causa).

La decisione del giudice

E’ questa, in sostanza, la decisione del giudice Maria Francesca Chiuri della seconda sezione civile del Tribunale di Monza che lo scorso 26 aprile ha emesso la sentenza nel procedimento che ha visto contrapposti, da una parte Francesca Fossati e Marco Chiari e dall’altra la parrocchia Sant’Anastasia e il Comune di Villasanta.

Il comunicato stampa del Comune

"La richiesta di danni avanzata da due privati cittadini di via Monte Grappa contro Parrocchia e Comune per i rumori molesti dei rintocchi è stata rigettata dal giudice unico del Tribunale di Monza Maria Francesca Chiuri.
La sentenza di Primo Grado, emessa dalla Sezione II Civile e pubblicata il 3 maggio scorso, “Rigetta le domande risarcitorie svolte da parte attrice nei confronti della Parrocchia di Sant’Anastasia e nei confronti del Comune di Villasanta…” e “Condanna la parte attrice al pagamento in favore del Comune di Villasanta delle spese processuali che liquida in 3.920 euro…”.
Il Comune è stato coinvolto nella vicenda in quanto titolare dell’orologio del campanile di Sant’Anastasia che determina i rintocchi orari. I privati cittadini chiedevano all’ente pubblico di ridurre i rintocchi di giorno e di sospenderli la notte. Chiedevano poi in tribunale il risarcimento delle spese sostenute per insonorizzare il loro appartamento, a causa di rumori ritenuti troppo forti e troppo frequenti. Nel frattempo, peraltro, i rintocchi orari nella fascia oraria notturna erano stati sospesi".

SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA DA DOMANI, MARTEDIì, TUTTI I PARTICOLARI DELLA VICENDA E LE REAZIONI DEI PROTAGONISTI
 

Necrologie