Concorezzo: addio «Carlòta», la gelataia che faceva sognare i bambini

Dal 1937 al ‘73 il suo negozio di via de Capitani è stato il sogno dei golosi

Concorezzo: addio «Carlòta», la gelataia che faceva sognare i bambini
Cronaca 04 Agosto 2017 ore 16:30

Il prossimo 12 novembre avrebbe compiuto 101 anni, ma il cuore grande di Carlotta Mondonico ha smesso di battere lunedì della scorsa settimana, nella sua abitazione di via Libertà 92.
Tutta la città piange il triste addio alla storica commerciante che, insieme al marito Basilio Bordogna, aprì, nel 1937, la storica gelateria e pasticceria di via De Capitani 5.

Storica commerciante

La centenaria lascia le sue tre figlie Enrica, Luisa e Ornella.

Limone, crema, pistacchio, fragola, cioccolato erano i gusti di gelato che la donna vendeva e che i bambini volevano tutti i pomeriggi. Una volta si doveva fare tutto manualmente e Carlotta, tutti i giorni si metteva a mescolare il gelato all’interno di grossi contenitori di ghisa. Si utilizzavano limoni naturali e per le creme solo latte fresco e uova delle nostre galline.

La gelateria aprì, come detto, nel 1937, l’anno del suo matrimonio con il marito Basilio Bordogna: da quel giorno in paese c’era un punto di riferimento in occasione di qualsiasi festa e anche per tutti i golosi che volevano gustare le specialità realizzate.

Una vita segnata da gioie e dolori

La vita di Carlotta è stata segnata anche da due malattie che l’hanno vista lottare e vincere: un nodulo al seno sconfitto grazie anche ad una operazione eseguita dal professor Veronesi, recentemente scomparso.

Successivamente gli è stato anche asportato un rene, ma questo non l’ha piegata e la storica commerciante è riuscita a rialzarsi e guardare avanti grazie anche ai suoi hobby e alla sue abitudini.

Le esequie si sono celebrate martedì scorso nella chiesa dei santi Cosma e Damiano ed ora le sue spoglie riposano nel cimitero cittadino.

Ampio servizio sul Giornale di Vimercate in edicola da martedì prossimo

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità