Concorezzo: esasperato dopo il furto liquida l’azienda

Dopo il furto subito la scorsa settimana all'interno dell'azienda la "Rosa fuxia" di prorpietà dei nipoti, Ezio Barnabà proprietario dello stabile dove si trova l'aienda ha deciso di metterla in liquidazione.

Concorezzo: esasperato dopo il furto liquida l’azienda
31 Dicembre 2016 ore 14:41

Poche parole scritte sul suo profilo personale che racchiudono l’amarezza di quanto accaduto dopo anni di duro lavoro: “Dopo esserci interrogati su cosa fare, dopo la spiacevole visita degli amici ladroni -ha scritto Ezio Barnabà – io e mia moglie abbiamo deciso quanto segue: l’intero complesso della Immobiliare Confitalia SAS va posto in liquidazione. Pensiamo che la nostra salute e la nostra tranquillità sia al primo posto come valore del quieto vivere”.

Negli anni settanta, dopo un’infanzia passata in Istria e dove ha dovuto assistere alle violenze inflitte al suo popolo, era riuscito a fondare un’azienda di biancheria intima in cui ha lavorato attivamente fino al 1998. Successivamente l’azienda è passata ai nipoti: pochi giorni fa la decisione di mettere tutto in liquidazione a causa della crisi economica e del furto subito la settimana precedente.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia