Il consulente immobiliare, l’evoluzione della figura dell’agente

Negli ultimi anni la professione si è evoluta: alcune agenzie attente alle esigenze del cliente propongono questo nuovo modo di lavorare

Il consulente immobiliare, l’evoluzione della figura dell’agente
Monza, 18 Luglio 2018 ore 06:00

Da agente immobiliare a consulente immobiliare. La differenza è parecchia e oggi le più brillanti agenzie propongono l’evoluzione della tradizionale figura. Una di queste per esempio è Grimaldi Immobiliare Monza di Davide Lucianò: “Dagli anni Cinquanta e fino ad oggi la nostra professione prevedeva la presa dell’incarico, il ritorno in ufficio, l’inserimento di qualche foto online e la conseguente attesa del cliente – ha spiegato – ora non può più essere così, da un po’ di tempo stiamo cercando di far capire che questo concetto è superato”.

Il consulente immobiliare chi è?

In primis a fare la differenza per la figura del consulente immobiliare sono le qualifiche. Continua Lucianò: “Le persone che ho in agenzia sono in possesso del patentino, non si tratta degli ultimi arrivati. Non prendo persone non abilitate, chi non ha superato il corso in Camera di Commercio non lavora con me”. Ed eccoci dunque alla domanda fatidica, che cos’è un consulente immobiliare? Si tratta di un professionista che capisce le esigenze del cliente e lo accompagna nella trattativa fino all’acquisto, in tutto e per tutto. Questo significa comprendere i problemi e risolverli, senza limitarsi a recitare il ruolo del “portinaio”. Il rapporto di fiducia con il cliente è fondamentale: “Purtroppo la categoria è ancora legata all’immagine del sensale di piazza ma per fortuna in tanti stanno cercando di cambiare gli atteggiamenti ormai logori”.

Affidabilità e territorialità

La percezione del cliente è una caratteristica basilare: “Se mi percepisce non affidabile vuol dire che non lo sono. Il fatto che sempre più persone si rivolgano a noi per una consulenza immobiliare mi fa capire che noi stiamo lavorando nella direzione giusta”. Infine un’altra caratteristica del consulente immobiliare è l’assenza di limiti di zona: “Possiamo lavorare a Monza, Lecco, Como e dovunque, poi ovviamente per ragioni di territorialità e competenze non andremo su territori molto distanti da noi, non daremmo la consulenza migliore possibile – ha concluso il titolare di Grimaldi Immobiliare – ma per esempio chi vuole comprare a Monza e magari vendere a Milano può rivolgersi solo a noi, il cliente si interfaccia con un’unica persona”.

 

Informazione Pubblicitaria

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia