L'iniziativa a Lissone

Contro lo spreco alimentare 30mila euro dalla Regione

Da Palazzo Lombardia un finanziamento a sostegno del progetto Dike attivato al centro sociale di via Botticelli per i più bisognosi

Contro lo spreco alimentare 30mila euro dalla Regione
Monza, 02 Novembre 2020 ore 12:01

Contro lo spreco alimentare Regione Lombardia finanzierà il progetto Dike attivato a Lissone dal Comune e dalle realtà associative del territorio.

Basta allo spreco alimentare

Un contributo regionale di 30mila euro per sviluppare lo spazio solidale Dike e per favorire l’attivazione di canali dedicati a supportare i nuclei famigliari in difficoltà e per attivare la politica di contrasto allo spreco alimentare.

Il Consorzio Comunità Brianza in qualità di capofila, in partnership con il Comune, Casa del Volontariato, Ats Brianza e Caritas Lissone, ha partecipato al bando di Regione Lombardia per il finanziamento di progetti innovativi per la tutela e promozione del diritto al cibo, classificandosi al primo posto nella graduatoria.

La cifra servirà per implementare il progetto, inaugurato lo scorso 20 giugno presso il centro sociale Botticelli, con lo scopo di diventare un punto di riferimento sul territorio nel quale distribuire prodotti freschi alle famiglie più bisognose, con la prospettiva di diventare la base per lo smistamento di eccedenze alimentari nella lotta contro lo spreco e nel sostegno della povertà.

L’Amministrazione si è posta come obiettivo per il triennio 2019-2021 l’attivazione di una serie di iniziative per la promozione di un pronto intervento alimentare e la lotta contro lo spreco alimentare. Già dal mese di giugno abbiamo avviato un’iniziativa per la raccolta delle eccedenze alimentari attraverso una struttura che coinvolga diverse realtà associative e di volontariato. Attraverso questo finanziamento regionale vogliamo implementare il percorso, così da tradurre il possibile spreco alimentare in una risorsa da offrire a chi si trova in una situazione di fragilità.

Questo è stato il commento del -sindaco Concetta Monguzzi e dell’assessore alla Persona Anna Maria Mariani.

Tante le realtà in campo

Durante il mese di luglio sono stati consegnati ogni settimana oltre 70 pacchi di pronto intervento alimentare, un risultato reso possibile grazie ai contributi in termini di risorse economiche, know how e disponibilità di volontari che hanno condiviso il progetto di recupero di derrate alimentari.

Fra questi, il Rotary Monza Nord Lissone ha finanziato l’acquisto delle attrezzature per allestire lo spazio, per il trasporto dei pasti, delle derrate alimentari e per la loro distribuzione oltre ai costi di progetto dello start-up per un importo pari a 12.500 euro.

2 foto Sfoglia la gallery

La riqualificazione degli spazi nel centro sociale di via Botticelli, invece, è stata possibile grazie ad un finanziamento della Fondazione della Comunità Monza e Brianza su richiesta del gestore del Consorzio Comunità Brianza.

Caritas Lissone ha invece garantito (e garantirà anche in futuro) la disponibilità dei volontari per la buona riuscita del progetto per la distribuzione degli alimenti.

I prodotti saranno ritirati dai supermercati del territorio da trasportatori individuati dal Comune e conservati nelle celle frigorifere situate nel centro Le derrate verranno poi confezionate dai volontari, formati grazie al contributo di Ats Brianza, e distribuiti alle famiglie identificate dai servizi sociali.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia