A Monza

Coppia ruba una bici: beccati, lei subito rimessa in libertà

Il furto si è consumato in area Cambiaghi ed è stato denunciato da una passante

Coppia ruba una bici: beccati, lei subito rimessa in libertà
Cronaca Monza, 07 Luglio 2021 ore 19:17

Hanno rubato una bicicletta in centro Monza e sono stati beccati dalla Polizia locale, ma lei è stata rimessa subito in libertà e lui, nonostante i numerosi precedenti, se l'è cavata con un divieto di allontanamento.

Furto in centro Monza

Il furto è avvenuto in piazza Cambiaghi dove i due ladri, uomo e donna, sono soliti bivaccare ed è stato sventato dalla Polizia Locale in poche ore. È successo ieri mattina, martedì 6 giugno 2021. Una signora, che si trovava a passare da piazza Cambiaghi aveva assistito al furto da parte di un uomo e una donna che, secondo la sua versione, fungeva da palo. I due avevano sottratto così una bicicletta  nera legata a una rastrelliera.  L'autore materiale del furto, che ha spezzato con un tronchese la catena con la quale la bici era stata legata alla rastrelliera, si è poi scoperto fosse un trentaquattrenne di origine brasiliane, mentre la ragazza è un’italiana del 1997.

Gli arresti

Gli agenti del «Nost» («Nucleo Operativo Sicurezza Tattica») hanno individuato i due sospetti presso i giardini pubblici davanti alla stazione ferroviaria di via Arosio. L’uomo e la donna stavano parlando con una persona di colore alla quale probabilmente cercavano di vendere la bicicletta rubata poco prima. Di un’altra bici, invece, i due hanno rubato il sellino, poi recuperato dalla Polizia Locale. Gli agenti hanno provveduto ad attaccare alla bicicletta priva di sellino un biglietto in modo che il proprietario si è potuto recare in Comando a riprendere il suo sellino.

Il processo per direttissima

I due sono stati processati per direttissima questa mattina. Il Tribunale di Monza ha disposto il divieto di dimora a Monza fino a fine anno per l’uomo, mentre la ragazza è stata rimessa in libertà. L’uomo e la donna avevano già numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, la persona, la Pubblica Amministrazione e per spaccio di stupefacenti. Inoltre, sono noti al Comando di Polizia Locale perché spesso bivaccano in piazza Cambiaghi. Per questo sono stati sanzionati con diversi «Ordini di Allontanamento» e denunciati per atteggiamenti aggressivi nei confronti degli agenti di Polizia Locale.

Prevenzione e attenzione

Il Comune di Monza sta lavorando soprattutto sulla prevenzione. La foto della bicicletta rubata è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Comune di Monza «Bici e oggetti ritrovati» nella speranza che il legittimo proprietario vedendola possa tornarne in possesso. Questo furto dimostra, ancora, una volta l’importanza di fare «marchiare» la propria bicicletta. Presso il deposito biciclette di via Caduti del Lavoro è, infatti, attivo il servizio gratuito di punzonatura con tecnica indelebile del codice fiscale del proprietario sul telaio della bicicletta. Ciò consente, nei casi di ritrovamento della bicicletta, di rintracciare agevolmente il legittimo proprietario. Per informazioni qui.

I controlli

Ma per fronteggiare il fenomeno dei furti di bici l'Amministrazione ha anche intensificato i controlli.

«Dall'inizio dell'anno ad oggi – spiega l’assessore alla Sicurezza Federico Arena - la Polizia Locale ha emesso 29 Ordini di Allontanamento a carico di persone per bivacco in piazza Cambiaghi e ne ha sanzionate diverse per consumo di bevande alcoliche. Inoltre, dai primi di giugno, il Comando ha predisposto controlli e presidi costanti presso l'area tramite gli agenti del NOT Lince (Nucleo Operativo Territoriale) che si aggiungono al costante monitoraggio che il NOST garantisce ormai da anni sull’area. Da tempo abbiamo incrementato il presidio perché Piazza Cambiaghi non può essere una “zona franca”: controlli quotidiani con la l’obiettivo di prevenire e reprimere i comportamenti illegali e incivili. È un’area che, come il resto della città, deve essere sicura e per questo deve essere presidiata dalla Polizia Locale, in collaborazione con tutte le altre forze dell’ordine e con i cittadini. Le denunce e le segnalazioni tempestive dei residenti sono il primo passo per contrastare l’illegalità. Sono le persone che conoscono meglio di chiunque altro il quartiere, la strada, la piazza in cui vivono. E, in questo senso, sono le nostre sentinelle».

Necrologie