Igiene

Coronavirus, al via la sanificazione delle strade

Domani, sabato, si partirà con la sperimentazione del servizio nel centro storico di Monza

Coronavirus, al via la sanificazione delle strade
Monza, 13 Marzo 2020 ore 19:18

Coronavirus, al via la sanificazione delle strade

Prenderà il via domani, sabato, a Monza, la sperimentazione del servizio di sanificazione delle strade nel centro storico, per poi proseguire in tutti i quartieri della città.

«Da lunedì il servizio verrà esteso a tutta la città – hanno dichiarato il sindaco Dario Allevi e l’assessore all’Urbanistica Martina Sassoli – Si tratta di un’operazione che ha come obiettivo quello di migliorare l’igiene e la pulizia delle strade di Monza. È uno sforzo importante da parte nostra, ma siamo convinti che in una fase così difficile, abbiamo l’obbligo morale di dare delle risposte concrete ai nostri cittadini».

Le strade interessate dalla sanificazione

Le operazioni di sanificazione inizieranno domani pomeriggio. Le strade interessate saranno: largo Mazzini, via Italia, piazza Trento e Trieste, piazza Roma, Arengario, via Carlo Alberto, via Vittorio Emanuele, piazza Garibaldi, via Carlo Alberto fino a piazza Citterio.

Nel centro storico opererà una macchina lavastrade e un operatore con lancia per la pulizia dei punti più difficili da raggiungere. Nelle altre aree della città sarà al lavoro, suddivisa su due turni, un’autospazzatrice combinata accompagnata sempre da un operatore con lancia. La macchina lavastrade, invece, sarà dedicata alle principali vie della città.

“Il coronavirus non ci ferma”

«Il coronavirus non ci ferma – ha spiegato Martina Sassoli – La macchina comunale sta lavorando con grande determinazione per modificare i servizi, migliorandoli come in questo caso. Abbiamo dovuto cambiare la nostra organizzazione per garantire la continuità delle attività e, per questo, abbiamo dovuto “inventarci” forme sperimentali di erogazione dei servizi».

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia