Coronavirus, una bufala le mascherine dal Comune

Coronavirus, una bufala le mascherine dal Comune consegnate a domicilio a Monza. Le avrebbe dovute distribuire la Protezione civile, ma nulla c'è di vero

Coronavirus, una bufala le mascherine dal Comune
Monza, 04 Aprile 2020 ore 17:35

Coronavirus, una bufala le mascherine dal Comune consegnate a domicilio ai monzesi. O come si dice ora attraverso il gergo anglosassone, una “fake news”. La notizia, in realtà falsamente tale, è stata smentita in queste ore da piazza Trento e Trieste dopo che attraverso “radio tam tam” della fantomatica consegna delle mascherine casa per casa dal centro ai quartieri delle periferie si era cominciato a parlare all’impazzata sul web e nelle varie catene o gruppi whatsapp.

La bufala delle consegne

La consegna come spiegato in un fantomatico volantino sarebbe dovuto partire dalla giornata di ieri, venerdì 3 aprile, e proseguire in questi e nei prossimi giorni attraverso l’azione dei volontari della Protezione civile peraltro già impegnata in questi giorni nella preparazione e consegna di pasti a medici e infermieri di ospedali e pronto soccorso. I volontari, secondo la comunicazione, avrebbero consegnato in divisa le mascherine nelle cassette della posta, ma, sempre secondo il fantomatico volantino, non avrebbero suonato alle porte di casa. E al tempo stesso i cittadini venivano avvisati che nessuno era autorizzato ad entrare nelle abitazioni. E dunque di prestare massima attenzione per evitare truffe. Un passaggio quest’ultimo che dà l’unica indicazione vera in un periodo dove raggiri o bufale sono purtroppo all’ordine del giorno anche di fronte a una drammatica tragedia come quella del coronavirus.

La smentita del Comune

Ad ogni modo come detto in queste ore è arrivata la smentita del Comune anche a fronte delle tante segnalazioni e delle altrettanto numerose richieste di delucidazioni e chiarimenti. “Il Comune di Monza smentisce questa falsa notizia che sta circolando nelle ultime ore – si legge nella nota diramata dal Municipio – Nessuno è autorizzato a distribuire mascherine a domicilio per conto del Comune per scongiurare il pericolo di contagio da coronavirus. Chiediamo ai cittadini di condividere e diffondere solo le comunicazioni dai profili ufficiali”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia