Coronavirus, cerca di saltare posto di blocco, arrestato

Coronavirus, cerca di saltare posto di blocco, arrestato. E' accaduto pomeriggio durante un servizio di controllo sul territorio

Coronavirus, cerca di saltare posto di blocco, arrestato
Monza, 11 Aprile 2020 ore 19:12

Coronavirus, cerca di saltare posto di blocco, arrestato. E’ accaduto pomeriggio durante un servizio di controllo sul territorio.

Coronavirus, fuga e arresto

Protagonista un 29enne già conosciuto alle forze dell’ordine. E’ accaduto pomeriggio a un posto di controllo allestito dalla Polizia di Stato in viale Elvezia poco distante dall’innesto con la Statale 36 e allo snodo del rondò che immette sulla Monza-Saronno. Qui, come disposto proprio ieri dalla Prefettura, la Polizia di Stato stava provvedendo a monitorare la situazione sul territorio soprattutto riguardo le restrizione legate all’emergenza coronavirus.

Il tentativo di fuga

L’uomo, già con diversi precedenti alle spalle, è stato arrestato per resistenza poiché per sfuggire alla pattuglia di agenti non ha ottemperato all’alt intimatogli in un posto di controllo strutturato come quello appunto di viale Elvezia. Dirigendo il proprio veicolo verso l’operatore di Polizia che istintivamente lo ha scansato con un balzo, il 29enne ha cercato una precipitosa fuga. Con lui in auto c’era un’altra persona. Inseguiti dalle volanti i due fuggiti a tutta velocità a bordo di una Alfa Romeo 147 hanno abbandonato la macchina poche centinaia di metri in una via limitrofa, dietro la Cam continuando la fuga a piedi in due direzioni differenti.

Fine della corsa

La fine della corsa per i due arrivata pochi istanti dopo. Uno, il conducente dell’auto, è stato bloccato e arrestato. Il passeggero, riconosciuto dagli operatori è riuscito a scappare, ma è stato denunciato a piede libero. Nel corso dell’arresto un agente della Questura è rimasto contuso e si trova ora in ospedale per accertamenti. Per il 29enne sono disposti gli arresti domiciliari in attesa della direttissima lunedì.

Senza patente, assicurazione e revisione

La perquisizione personale e all’interno dell’auto ha dato esito negativo. Nulla è stato rinvenuto dagli agenti. Agli uomini della Polizia di Stato pochi minuti più tardi è stato più chiaro il perché della rocambolesca fuga: l’uomo non aveva la patente che gli è stata revocata tempo fa, né l’assicurazione sulla macchina che non era in regola nemmeno per quanto concerne la revisione.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia