L'iniziativa a Lissone

Coronavirus, un conto corrente “solidale” per le famiglie in difficoltà

La politica, in queste settimane, è al lavoro anche per trovare soluzioni concrete per le attività produttive, commercianti e artigiani

Coronavirus, un conto corrente “solidale” per le famiglie in difficoltà
Monza, 22 Aprile 2020 ore 11:09

A Lissone un conto corrente comunale per raccogliere fondi per fronteggiare l’emergenza coronavirus e da destinare alle famiglie bisognose di aiuto e di supporto economico.

Coronavirus, un conto corrente “solidale”

L’Amministrazione, in questi giorni, ha attivato un conto corrente denominato “Fondo di solidarietà Comune di Lissone” e sarà espressamente dedicato alla raccolta delle donazioni che chiunque intenderà erogare per fornire solidarietà alle famiglie che si trovano in situazioni di fragilità economica.

Le risorse raccolte andranno ad incrementare i fondi già a disposizione per attuare le azioni di sostegno al reddito, in coordinamento con i progetti comunali già in vigore e in accordo con quelli previsti sia di carattere regionale che nazionale.

Il codice Iban del conto: IT 94 M 05216 33270 0000 0000 4462

Gli uffici comunali hanno già accantonato – a seguito di spese non effettuate – la somma di 180mila euro da destinare a nuclei familiari in condizione di precarietà economica; questa somma include anche la donazione di 28mila euro effettuata da BrianzAcque e RetiPiù.

Le due società brianzole hanno deciso di devolvere l’intero montepremi dell’iniziativa le “Reti del Cuore 2020”, ai 62 Comuni dell’area da loro servita.

L’appello del sindaco

Il conto darà quindi la possibilità ai tanti cittadini che hanno manifestato volontà solidali di contribuire per andare incontro alle necessità della popolazione più fragile e, di conseguenza, maggiormente esposta in questo periodo a difficoltà legata all’epidemia di coronavirus.

L’Amministrazione intende porsi come parte attiva nel promuovere, incoraggiare e sostenere tali iniziative benefiche costituenti autentici e concreti esempi di solidarietà civile nei confronti della comunità di appartenenza – ha sottolineato il sindaco Concetta Monguzzi – Possiamo darci una mano per rendere, ad alcune famiglie, meno faticoso affrontare l’isolamento sociale e le difficoltà di gestione del bilancio familiare che, in molti casi, ha subito un impoverimento significativo per la sospensione delle attività lavorative. Dare un contributo è un segno di generosità e un’attenzione solidale ai nostri concittadini.

Insomma, la generosità dei lissonesi può passare anche attraverso questo nuovo mezzo.

Politica al lavoro

Ma anche il Consiglio comunale, maggioranza e opposizioni, in queste settimane sono al lavoro anche sul fronte del sostegno alle attività produttive, ai commercianti e ai piccoli artigiani.

La Commissione consiliare Economia, infatti, sta studiando proprio in questi giorni (con grande spirito collaborativo da parte di tutti i gruppi politici) alcune misure di sostegno al mondo economico e artigiano della città.

ACQUISTA L’EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

TORNA ALLA HOME

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia