Lavoratori e famiglie

Coronavirus: ecco le agevolazioni e gli aiuti decisi dall’Amministrazione di Agrate

Pagamenti congelati e scadenze posticipate.

Coronavirus: ecco le agevolazioni e gli aiuti decisi dall’Amministrazione di Agrate
Vimercatese, 19 Marzo 2020 ore 10:08

Coronavirus: ecco le agevolazioni e gli aiuti decisi dall’Amministrazione di Agrate.

Un pacchetto di interventi

Un pacchetto di interventi a favore delle realtà commerciali, dei piccoli imprenditori, ma anche dei lavoratori, delle imprese e delle famiglie in difficoltà. E’ quanto contiene l’ordinanza firmata ieri, mercoledì, dal sindaco di Agrate Simone Sironi.

“Come amministrazione comunale abbiamo voluto dare, anche nel nostro piccolo, un segnale importante di aiuto – spiega Sironi – Con l’ordinanza n. 30 del 18 marzo abbiamo adottato una serie di misure legate alle semplificazione del rapporto con i cittadini, all’agevolazione finanziaria per le attività commerciali e al sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese”.

Ecco i provvedimenti più significativi:
Posticipo delle scadenze di pagamento relative ai Canoni di locazione di alloggi e autorimesse comunali per il 2020 fissandole al 30 aprile 2020, 15 luglio 2020, 30 settembre 2020 e 10 dicembre 2020.
– Differimento della scadenza di pagamento delle tre rate di febbraio, marzo e aprile 2020 per le Concessioni unità immobiliari di proprietà comunale per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande (ristorante/pizzeria/bar) al 30 settembre 2020 senza more e interessi.
Non è dovuta la Tosap  relativa ai mercati per i periodi decorrenti dalla adozione del DPCM 11.3.2020 e eventuali altri DPCM analoghi adottati in periodi successivi in relazione alle assenze dalle aree mercatali dei singoli operatori economici.
–  Posticipate, rispetto agli scorsi anni, le scadenze del pagamento della Tari 2020: 30 settembre (prima rata o rata unica), 30 ottobre (seconda rata) e 10 dicembre (terza rata).
Sospesa l’emissione di bollettini di pagamento dei servizi scolastici di refezione e trasporto sino al termine del periodo emergenziale.
Riparametrazione degli importi già versati dei Servizi di pre e post scuola in relazione all’effettivo periodo di godimento, con modalità che saranno successivamente comunicate alle famiglie.
Posticipo di 60 giorni delle scadenze di pagamento delle quote di contribuzione dei Servizi a domanda individuale, in particolare: servizio di teleassistenza, servizio di trasporto continuativo presso le strutture per disabili, servizio di fornitura pasti caldi al domicilio, servizio di assistenza domiciliare, rette centro diurno integrato Gimot, fino al termine del periodo emergenziale.
– Per quanto riguardo il servizio di Asilo nido comunale, in concessione a soggetto terzo, gli uffici si riservano il coordinamento con il gestore del servizio per stabilire le modalità di riscossione delle rette relative al periodo emergenziale, anche in considerazione degli orientamenti di Regione Lombardia in merito alla misura “Nidi gratis 2019/2020”, di cui beneficia buona parte dell’utenza.

Torna alla home.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia