Monza

Coronavirus e “fughe” di Pasqua, controlli coi droni – VIDEO

Coronavirus e "fughe" per Pasqua, controlli coi droni. Il comune di Monza corre ai ripari contro i furbetti della vacanza fuori porta

Coronavirus e “fughe” di Pasqua, controlli coi droni – VIDEO
Monza, 08 Aprile 2020 ore 21:15

Coronavirus e “fughe” per Pasqua e Pasquetta, ci saranno controlli coi droni. Il comune di Monza corre ai ripari contro i furbetti della vacanza fuori porta.

Coronavirus e Pasqua, i controlli

Sotto la lente dell’Amministrazione comunale e della Polizia locale i comportamenti di chi, complici anche le buone indicazioni del meteo e le notizie che portano a un cauto ottimismo sul fronte sanitario, proprio non intenderà rinunciare alla vacanza nei giorni di Pasqua e Pasquetta. Nella fattispecie chi potrebbe abbandonare la città per raggiungere località di villeggiatura o chi non cederà alla tentazione di raggiungere aree verdi o organizzare grigliate più o meno improvvisate all’aperto.

Coronavirus, l’occhio vigile dei droni

I droni in volo consentiranno di verificare dunque dall’alto eventuali assembramenti vietati, lavoro sicuramente più complesso con le pattuglie a terra. I piccoli velivoli saranno in grado di trasmettere, in tempo reale, le immagini alla postazione mobile della Polizia locale. In questo modo gli agenti potranno intervenire nella zona in cui si verificano violazioni alle regole del lockdown in pochissimi minuti. “L’uso dei droni, con il via libera della Prefettura – sottolinea il sindaco Dario Allevi – ci consentirà di monitorare meglio il tessuto urbano, a maggior garanzia della sicurezza e della salute dei cittadini in un momento di drammatica emergenza sanitaria. Questa tecnologia ci offre il vantaggio di coprire un’area molto vasta aumentando enormemente la nostra capacità di controllo del territorio e di intervento nel caso di violazioni delle misure restrittive in vigore nella nostra Regione”.

Sindaco e assessore: “Occhi puntati su Pasqua e Pasquetta, non vogliamo passi indietro”

L’idea è quella di utilizzarli per monitorare delle aree specifiche – aggiungono il sindaco e l’assessore alla Sicurezza Federico Arena – Pensiamo a piazze o vie con la presenza di attività commerciali aperte ma anche a piste ciclabili o ad aree verdi e giardini che, seppure chiuse da tempo, vengono ogni tanto prese d’assalto. I droni entreranno in funzione già in questi giorni, ma nel prossimo weekend, quello di Pasqua e Pasquetta, avranno un ruolo ancora più importante. Il messaggio che vogliamo dare ai nostri cittadini è sempre lo stesso: il coronavirus non è ancora stato sconfitto ed è per questo che dobbiamo continuare a restare a casa”.

L’allarme rosso

Un problema non di poco conto e non così lontano dalla realtà quello paventato dall’Amministrazione comunale: basti pensare che già lo scorso fine settimane in numerose località turistiche di villeggiatura (su tutte, riviera ligure, Courmayeur, Bormio e lago di Garda) era già stato segnalato l’arrivo massiccio di numerosi nuclei familiari da Milano e dalla Brianza. Ma più in generale preoccupano gli spostamenti di qualsiasi tipo che possano creare l’assembramento di persone. Anche in questo caso una preoccupazione motivata dai numeri: dalla celle telefoniche di questi ultimi giorni sono infatti testimoniate impennate dei movimenti quotidiani della popolazione della Lombardia.

La soddisfazione dell’assessore

“Con i droni la nostra Polizia locale avrà occhi anche dall’alto per presidiare la città ed evitare il più possibile le violazioni alle ordinanze e restrizioni imposte per l’emergenza coronavirus – conclude Arena – Il nuovo “agente dei cieli” sarà attivo in modo particolare per le prossime giornate di festa, confermando la volontà della nostra amministrazione di mettere a disposizione della Polizia locale del Comune tutte le strumentazioni necessarie a renderla sempre più moderna ed efficiente”.

 

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia