Monza, l'emergenza non ferma l'inciviltà

Coronavirus, in via Bergamo impazzano le passeggiate con Fido

Tanti i padroni furbetti che approfittando della strada deserta non raccolgono più nemmeno le deiezioni dei loro animali

Coronavirus, in via Bergamo impazzano le passeggiate con Fido
Monza, 21 Marzo 2020 ore 11:50

Coronavirus, in via Bergamo impazzano le passeggiate con Fido è la strada rischia di diventare una latrina.

Coronavirus, via Bergamo una latrina

A segnalare il fatto un gruppo di residenti della via, piccati per l’atteggiamento maleducato di alcuni proprietari di cani.

“Da quando sono scattate le restrizioni anticontagio il numero delle passeggiate che i padroni effettuano quotidianamente con i loro cani sono cresciute a dismisura – hanno spiegato – E’ chiaro che si tratta di furbetti che stanno sfruttando i propri animali per aggirare le regole e giustificare le ripetute uscite da casa. Ma c’è di più. Tanti sono anche quelli che, in maniera del tutto ingiustificata, non raccolgono più nemmeno le deiezioni dei loro cani. Con il risultato che la via sembra essersi trasformata in una latrina”.

Padroni furbetti

A detta dei residenti un simile atteggiamento potrebbe essere dettato dal fatto che, essendoci meno gente per strada, i padroni dei cani non temerebbero più nemmeno di essere visti ed eventualmente redarguiti.

“In un momento di emergenza come questo bisognerebbe fare più attenzione alle proprie azioni – hanno aggiunto ancora – E invece molti di loro escono di casa senza il sacchetto per la raccolta delle deiezioni e senza nemmeno un po’ d’acqua che eventualmente potrebbero gettare laddove i loro cani fanno i bisogni. A pagare il prezzo di tale inciviltà ovviamente siamo noi residenti. La strada è sporca, e c’è sempre una puzza incredibile. Senza contare che tutte quelle uscite continue sono un grande rischio per quel che concerne il contagio da coronavirus”.

Un rischio a cui evidentemente, i padroni furbetti dei cani, preferiscono non pensare.

 

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia