Coronavirus Monza, 394 contagi. Si cercano bombole d’ossigeno

Coronavirus Monza, salgono a 394 le persone contagiate. E ora si cercano bombole d'ossigeno vuote, appello del sindaco e del gruppo Sapio

Coronavirus Monza, 394 contagi. Si cercano bombole d’ossigeno
Monza, 30 Marzo 2020 ore 08:59

Coronavirus Monza, salgono a 394 le persone contagiate. E ora si cercano bombole d’ossigeno.

Coronavirus, l’ultimo aggiornamento

Sale ancora dunque il numero delle persone risultate positive a Coronavirus. L’ultimo aggiornamento è stato dato nella tarda serata di ieri dal sindaco Dario Allevi, anche se i numeri diramati qualche ora prima dall’assessore alla Sanità di Regione Lombardia, Giulio Gallera assestavano addirittura a 407 il numero dei contagiati in città. “I dati che mi arrivano dalle autorità sanitarie mi colpiscono ogni giorno – ha osservato Allevi – Tutto questo perché so bene che dietro a ogni singolo numero c’è un malato, un’intera famiglia, amici, colleghi che soffrono e che vivono giorni di dolore, di angoscia e di grande preoccupazione”.

Si cercano bombole d’ossigeno, l’appello

Numeri ad ogni modo in continua crescita, anche se il sindaco (che l’altro fine settimana era stato costretto a registrare un messaggio audio poi diramato in città dalle pattuglie della Polizia locale), proprio nel fine settimana ha plaudito la responsabilità dei monzesi e il grande spirito di solidarietà messo in campo da privati e associazioni. Oltre, evidentemente, all’enorme sforzo cui sono chiamati medici, infermieri e operatori sanitari. “Ognuno di noi è stato toccato da vicino dal Coronavirus – ha aggiunto Allevi – Ecco perché dobbiamo, in ogni modo, fare tutto quanto è possibile per essere di #aiuto e per facilitare il lavoro dei medici. Per questo condivido l’appello lanciato dal gruppo monzese Sapio impegnato in prima linea per trasportare l’ossigeno a chi ne ha bisogno. Chiunque abbia a casa bombole non utilizzate compili il modulo indicato in queste ore dall’azienda”.

Bombole d’ossigeno, l’iniziativa

Come detto, a lanciare l’iniziativa è stato in queste ultime ore il gruppo Sapio. “Le bombole vuote a casa non servono. Servono a noi per aiutare i pazienti malati di Coronavirus – è stato l’appello lanciato dall’azienda e dal vicepresidente del gruppo Maurizio Colombo – Dateci una mano facendo girare questo messaggio e se avete in casa bombole vuote, fatecelo sapere”. Il modulo da compilare (https://bit.ly/2Jir4ro) è presente sul profilo Facebook dell’azienda Sapio.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia