Salute

Coronavirus, nuovo macchinario per l’ospedale di Vimercate

La strumentazione radiologica è stata donata dall'azienda BMI Biomedical International.

Coronavirus, nuovo macchinario per l’ospedale di Vimercate
Vimercatese, 22 Aprile 2020 ore 12:15

Emergenza coronavirus, nuovo macchinario per l’ospedale di Vimercate. La strumentazione radiologica è stata donata dall’azienda BMI Biomedical International.

Lotta alla pandemia

La campagna a sostegno dell’attività sanitaria dell’ASST per far fronte all’emergenza da coronavirus prosegue. Ad oggi sono stati raccolti oltre 520.000 euro, donati da associazioni, istituzioni economiche, imprese, semplici cittadini. Tra queste, anche la BMI Biomedical International, azienda che opera nel settore medicale ed esclusivamente sul mercato internazionale: quest’ultima, infatti, ha deciso di donare all’ospedale di Vimercate una apparecchiatura “portatile”per esami radiologici digitali. Il nuovo apparato diagnostico è dotato della più moderna tecnologia per l’acquisizione delle immagini, al letto del paziente. La strumentazione è stata consegnata nella giornata di oggi da Oreste Greco, CEO di Arcom International, azienda controllata da BMI e che opera a Vimercate.

“Uno strumento indispensabile”

Accompagnato dai suoi collaboratori, Greco è stato accolto in Ospedale da Nunzio Del Sorbo, Giovanni Monza e Guido Grignaffini, rispettivamente Direttore Generale, Direttore Sanitario e Direttore Socio Sanitario dell’ASST.

“L’apparecchiatura – spiega Marcello Intotero, Direttore della Radiologia  – è strumento indispensabile per il reparto, in quanto permette di acquisire radiografie direttamente a letto di quei pazienti ricoverati che, per le loro condizioni cliniche, non possono essere trasportati presso gli spazi della struttura”.

La nuova strumentazione permetterà una realizzazione più “agile” degli esami:

“Fino ad oggi – racconta Daniela Motta, direttrice della struttura di Ingegneria Clinica dell’ASST – il tecnico di radiologia (in queste settimane in prima linea nell’attività di supporto nei reparti dedicati ai pazienti Covid positivi), dopo avere eseguito l’esame al posto letto, doveva leggere il contenuto delle immagini acquisite attraverso un apposito dispositivo (che digitalizza l’immagine e l’archivia del PACS) posizionato in specifici locali anche al di fuori dall’area di degenza”.

La diagnostica ora invece potrà avvenire in tempo reale, come spiega il Direttore sanitario aziendale Giovanni Monza.

“La nuova tecnologia fornisce l’informazione diagnostica in tempo reale, quindi diventa particolarmente utile e funzionale, nel contesto attuale di emergenza epidemiologica, ottimizzando il lavoro, i tempi di
processo e la rapidità di risposta”.

“Abbiamo voluto fare la nostra parte”

Oreste Greco ha voluto ringraziare personalmente tutto il personale dell’ospedale per il grande impegno profuso in queste settimane di durissima lotta contro il coronavirus.

“Ci tengo, a nome dell’azienda, a ringraziare agli operatori ospedalieri, impegnati da settimane a fronteggiare una crisi sanitaria senza precedenti. La nostra attività imprenditoriale è parte integrante del territorio di cui l’Ospedale è uno straordinario punto di riferimento. Anche per questo, abbiamo voluto fare la nostra parte per sostenerlo concretamente”.

Una battuta, infine, anche da parte del Direttore generale dell’ospedale Del Sorbo:

“La donazione di BMI, che ringraziamo è un significativo riconoscimento del nostro lavoro svolto nell’affrontare una prova difficile. Penso di poter dire, senza ombra di dubbio, che in questa prova i nostri medici, i nostri infermieri, i nostri professionisti della salute hanno messo in campo tutto sé stessi, con un carico umano e un senso di responsabilità eccezionali”.

 

TORNA ALLA HOMEPAGE

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia