Coronavirus: “Spesa minima da 30 euro per i furbetti del giretto”

Coronavirus: "Spesa minima da 30 euro per i furbetti del giretto". La proposta lanciata dalla Lega per scoraggiare inutili code e assembramenti

Coronavirus: “Spesa minima da 30 euro per i furbetti del giretto”
Monza, 09 Aprile 2020 ore 14:15

Coronavirus: “Spesa minima da 30 euro per i furbetti del giretto”. La proposta lanciata dalla Lega per scoraggiare inutili code e assembramenti ed evitare nuovi proliferarsi e impennate dei contagi.

Coronavirus e spesa minima la proposta

“Spesa minima di 30 euro nei supermercati, troppa gente fa acquisti di pochi euro solo per fare la passeggiata”. Questa lanciata oggi dal vicecapogruppo della Lega in Consiglio regionale, Andrea Monti preoccupato dalla piega di questi giorni in avvicinamento a Pasqua e Pasquetta salutate per di più da previsioni meteo decisamente più che primaverili.

Coronavirus, spauracchio code e…furbetti

“Da più parti si assiste ad un intensificarsi del fenomeno delle code fuori dai supermercati e francamente la cosa appare come molto preoccupante, perché rischiano di trasformarsi in nuovi focolai di diffusione della pandemia – aggiunge Monti – Come testimoniato anche da molte cassiere troppi over 65 si recano a fare la spesa comprando soltanto pochi euro di prodotti e sorge il sospetto che la cosa sia utilizzata come scusa per andar a farsi un giretto. Viene da sé comprendere come questa situazione non vada affatto bene, specie adesso che, dopo tanta fatica, si inizia ad assistere ad un calo del numero di morti e contagiati”.

La sollecitazione agli operatori

Da qui la sollecitazione del rappresentante della Lega agli operatori del settore. “Le medie e grandi strutture di vendita potrebbero porre il limite per la spesa minima di 30 euro per cliente, onde evitare che qualcuno, magari incentivato dalle belle giornate, decida di farsi la passeggiatina e ci si ritrovi con 100 persone in coda davanti ai supermercati, magari per comprare 5 euro di prodotti”.

Le altre proposte

La proposta messa sul tavolo oggi riguarda la spesa minima va a sommarsi ad altre lanciate da Monti in queste settimane come l’utilizzo di app per gestire la coda da casa e orari dedicati alle fasce più anziane, proprio nell’ottica di evitare assembramenti rischiosi. “È fondamentale tenere il punto delle situazione – conclude il vicecapogruppo della Lega in Regione – Allentare la presa proprio adesso rischia di vanificare i grandi sforzi fatti da tutti fino ad oggi”.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia