Operazione "Speed Team"

Criminalità organizzata: smantellata una rete bulgara con sede a Lesmo e Vimercate

I ladri, arrestati dai Carabinieri di Siena, erano specializzati in colpi dall'alto valore tecnologico

Criminalità organizzata: smantellata una rete bulgara con sede a Lesmo e Vimercate
Vimercatese, 18 Giugno 2020 ore 09:48

Criminalità organizzata: smantellata una rete bulgara con sede a Lesmo e Vimercate. Questo il risultato di una brillante operazione condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siena finalizzata all’esecuzione di nove Mandati di Arresto Europei (MAE), su sedici indagati complessivi per associazione per delinquere, furti e ricettazioni.

Furti “tecnologici”

L’operazione, durata oltre un anno, era stata ribattezzata “Speed Team”, perché la squadra di criminali si era rivelata estremamente veloce e precisa nei propri colpi. I Militari, unitamente alla Polizia Nazionale Bulgara, sono riusciti però a disarticolare il sodalizio, particolarmente ben organizzato, composto per intero da cittadini balcanici, che ha compiuto in tutto il Centro – Nord Italia una serie di furti in capannoni industriali di materiale dall’alto valore tecnologico e che provvedeva al trasporto di interi “tir” in Bulgaria per la successiva immissione della merce in consolidati canali di ricettazione.

Italia-Bulgaria: asse rovente

La loro presenza in Italia, fugace e molto dannosa per gli imprenditori colpiti, si trasformava regolarmente in una maratona permanente, con frequente cambio di mezzi di trasporto, che ha costretto i militari dell’Arma senese, in occasione delle catture per Mandato di Arresto Europeo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena (P.M. De Flammineis), ad uno sforzo enorme per la loro localizzazione, resosi possibile anche mediante il supporto delle Compagnie di Monza e Vimercate.

Le basi in Brianza

Delle nove persone arrestate, cinque sono state fermate in Italia, due delle quali proprio in Brianza. Il sodalizio era in grado di muoversi rapidamente su tutto il territorio italiano grazie al sostegno fornito da alcuni connazionali che “custodivano” le basi logistiche in numerose località del Centro – Nord d’Italia, come per esempio a Lesmo e a Vimercate, consentendo ai criminali di sostituire i mezzi di trasporto e di sparire.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia