Dà in escandescenze al Pronto Soccorso e tira calci e pugni a due infermiere

Stocco: contro questi episodi "servono misure a livello locale e nazionale". 

Dà in escandescenze al Pronto Soccorso e tira calci e pugni a due infermiere
Cronaca Desiano, 02 Agosto 2018 ore 11:32

Si presenta al Pronto Soccorso ubriaco e aggredisce addetti e infermiere. E’ accaduto nella notte tra giovedì e venerdì scorsi. Stocco: “Servono misure a livello locale e nazionale”.

Dà in escandescenze al Pronto Soccorso e aggredisce due infermiere

Ha dato in escandescenze e ha iniziato a tirare calci e pugni. A farne le spese sono state due infermiere dell’ospedale di Desio e un altro addetto, vittima della furia del giovane, un giussanese di 21 anni.

Il brutto episodio è accaduto nella notte tra giovedì e venerdì scorsi. Il paziente, che era anche accompagnato da un parente, si era presentato alle 20 per un presunto abuso di sostanze alcoliche.

Passata la mezzanotte il 21enne si è agitato e si è scagliato contro il personale che era di turno, aggredendo gli infermieri. E’ intervenuta anche la guardia giurata (disarmata), ma in realtà non ha potuto fare molto per calmare l’esagitato.

Il personale aggredito si è fatto medicare e ora è a casa in infortunio mentre l’aggressore, dopo le valutazioni del caso, è stato dimesso e affidato al Sert. Si tratta, comunque, di un paziente noto.

I dettagli di quanto accaduto li trovate sul Giornale di Desio in edicola questa settimana. 

Parecchi episodi nell’ultimo anno

Di recente a Monza, che fa parte della stessa Asst, è emerso che nell’ultimo anno sono almeno otto i casi denunciati per atti di violenza e minacce da pazienti, in qualche caso persone che spesso frequentano le sale del Pronto soccorso e arrivano ad usare la violenza contro il personale. Ricordiamo ad esempio l’episodio avvenuto a Vimercate dove  uno squilibrato ha seminato il panico nel giugno scorso. 

Stocco commenta

Sul caso dell’aggressione di settimana scorsa è intervenuto anche il direttore generale dell’Asst Monza, Matteo Stocco. «Sono molto dispiaciuto di quanto accaduto, auguro una pronta guarigione ai tre infortunati e li ringrazio per il lavoro che svolgono quotidianamente – ha dichiarato – Faccio appello perché possano essere prese misure a livello locale e nazionale perché queste figure possano essere tutelate al meglio nello svolgimento del proprio lavoro».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità