Pazzesco

Dal giardino di casa sparisce… la piscina

L'incredibile furto è avvenuto in una villetta di Cornate d'Adda.

Dal giardino di casa sparisce… la piscina
Vimercatese, 21 Agosto 2020 ore 13:23

Incredibile furto in una villetta di Cornate, dal giardino sparisce… la piscina. I ladri hanno smontato e rubato una struttura decisamente imponente.

L’amarezza della proprietaria

Il furto è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì in una villetta di via Guido Rossa. I ladri, probabilmente un gruppo nutrito, si sono addentrati nel vivaio adiacente la casa, dove era stata appunto installata la piscina. La struttura rettangolare, della grandezza di 5×2,5 metri, era piena al momento del furto: dopo averla svuotata, i malviventi l’hanno smontata e con tutta probabilità caricata  su un mezzo di trasporto di grande dimensioni. La piscina, infatti, era anche dotata di una pompa per la pulizia dell’acqua, del peso di circa 40 chili.

“La piscina era allestita all’interno del vivaio adiacente alla nostra casa, dove lavora mio marito – spiega Elisa Cereda, proprietaria della piscina – Mercoledì è entrato nell’azienda agricola e si è accorto che la nostra piscina non c’era più. Per noi è stato davvero un brutto colpo”.

La piscina, infatti, non aveva solamente un valore economico importante, ma anche e soprattutto affettivo, come spiega la stessa Elisa.

“Ovviamente spiace anche per l’aspetto economico, ma i soldi vanno e vengono. L’amarezza maggiore però è dal punto di vista affettivo. L’abbiamo montata due anni fa, aggiungendoci un po’ alla volta una serie di migliorie che ci hanno permesso di sfruttarla tantissimo nel periodo del lockdown. Per le nostre tre figlie, costrette a restare in casa per via del coronavirus, era uno svago giornaliero. Non siamo nemmeno andati in vacanza quindi per noi la piscina rappresentava un po’ il nostro mare. Ci eravamo costruiti uno spazio tutto nostro”.

La dinamica

Sul furto stanno indagando gli agenti della Polizia locale di Cornate. Quel che è certo è che i ladri hanno svolto un “lavoro” di grande precisione.

“Non ci siamo accorti di nulla, nonostante le operazioni di svuotamento e di smontaggio della piscina abbiano richiesto un certo periodo di tempo – conclude Elisa Cereda – Si vede che si tratta di professionisti. Ci hanno “curato” e hanno colpito nel momento che ritenevano più adatto. Ci hanno portato via tutto, anche il retino per pulire la superficie dell’acqua…”.

TORNA ALLA HOMEPAGE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia