Menu
Cerca
A Seregno

Denunciato ubriaco alla guida di un'auto rubata

Il 30enne di Vimercate, privo di patente, era al volante di una Lancia Y asportata a Milano. Fra le accuse la violazione del Dpcm con i provvedimenti anti-Covid

Denunciato ubriaco alla guida di un'auto rubata
Cronaca Seregnese, 18 Novembre 2020 ore 16:08

A Seregno denunciato dai Carabinieri un 30enne ubriaco che guidava un'auto rubata: deve rispondere di ricettazione, guida senza patente  e violazione dei provvedimenti contenuti nel Dpcm del 3 novembre.

Denunciato dei Carabinieri a Seregno

Nello scorso fine settimana, verso le 2 di notte, i Carabinieri della Stazione di Seregno sono intervenuti in zona Crocione dove alcuni residenti avevano segnalato le corse di un'auto, modello Lancia Y, di colore sabbia. I militari hanno fermato e denunciato il conducente, un italiano di 30 anni nato e residente a Vimercate.

Il 30enne denunciato guidava un'auto rubata

Il conducente era privo della patente e in evidente stato di ebbrezza alcolica. Condotto in caserma, dagli ulteriori controlli dell'Arma locale è emerso che la vettura era stata rubata qualche ora prima a Milano, in zona Comasina. Ancora il proprietario di 86 anni non aveva avuto contezza del furto subito.

Era fuori casa durante il coprifuoco

Il 30enne vimercatese, con i parenti in città,  ha rifiutato di sottoporsi all’accertamento etilometrico. E' stato denunciato in stato di libertà per ricettazione del veicolo rubato, guida senza patente e sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Inoltre deve rispondere della violazione del Dpcm del 3 novembre scorso, perché si trovava fuori casa nell'intervallo compreso fra le 23 e le 5 senza comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e urgenza oppure motivi di salute.

I danni procurati alle vetture in sosta

Nei giorni successivi, il 30enne denunciato dall'Arma locale è stato individuato dalla Polizia locale di Seregno quale responsabile dei danni procurati dalla sua vettura ad alcune auto parcheggiate lungo le vie del quartiere Crocione.

Torna alla home page

Necrologie