Denutrito e in condizioni terribili: cagnolino salvato dalla Polizia Locale a Monza

Denunciati i due cingalesi per maltrattamento sugli animali

Denutrito e in condizioni terribili: cagnolino salvato dalla Polizia Locale a Monza
26 Maggio 2017 ore 12:36

Denutrito, assetato, e in condizioni igienico sanitarie terribili. Gli agenti della Polizia Locale hanno salvato un cagnolino appartenente a un cittadino dello Sri Lanka residente in via D’Annunzio, a San Rocco, Monza.

Gli agenti trovano il cane in via D’Annunzio

L’animale, che ora fortunatamente sta meglio ed è nelle mani dei volontari del canile Fusi di Lissone, è stato trovato lunedì, dagli agenti del Comando di via Marsala. Il cane era da solo sul balcone di un appartamento di via D’Annunzio. Ma, ad un primo tentativo di citofonare al proprietario di casa, gli agenti non hanno avuto alcuna risposta.

Il padrone era nello Sri Lanka

Tornando una seconda volta hanno trovato un uomo, anch’esso dello Sri Lanka, che ha affermato di essere stato incaricato dal padrone dell’animale di prendersene cura mentre lui si trovava nel paese d’origine.

Solo che, le condizioni igieniche dell’appartamento e soprattutto quelle terribili in cui versava il cane, lasciavano supporre che le sue visite fossero sporadiche.

I due cingalesi sono stati denunciati

Il cagnolino è stato preso dagli agenti che lo hanno portato a fare una passeggiata al parchetto. Lo hanno sfamato e dissetato.

Infine lo hanno affidato alle cure del canile di Lissone. Entrambi i cingalesi sono stati denunciati per maltrattamenti sugli animali. Se la Polizia Locale non lo avesse trovato in tempo sarebbe probabilmente morto prima del ritorno del padrone.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia