Desio, barriere all’ex Asl: la sede potrebbe essere trasferita all’ospedale cittadino

Barriere architettoniche al presidio dell'ex Asl di via Foscolo, a quando il trasferimento? Lo chiedono gli utenti, con mamme e disabili spesso alle prese con un montascale malfunzionante. L'Asst di Monza annuncia che i servizi potrebbero trovare una collocazione più adeguata in ospedale, l'immobile di via Foscolo sarà messo in vendita. 

Desio, barriere all’ex Asl: la sede potrebbe essere trasferita all’ospedale cittadino
26 Ottobre 2016 ore 11:43

Barriere architettoniche al presidio dell’ex Asl di via Foscolo, a quando il trasferimento? Lo chiedono gli utenti, con mamme e disabili spesso alle prese con un montascale malfunzionante. Secondo il Comune un eventuale intervento sarebbe di competenza dell’Azienda socio sanitaria territoriale di Monza. «Le attività del distretto di via Foscolo si trovano all’interno di un palazzo vetusto, poco adatto a ospitare attività socio-sanitarie – la risposta della direzione generale dell’Asst – A suo tempo l’Asl di Monza aveva condotto un’analisi per la ristrutturazione dell’edificio ed è emerso che era troppo oneroso affrontare la spesa. Attualmente il palazzo, oltre che le nostre attività, ospita quelle della Ats Brianza e della Asst di Vimercate. La volontà dell’Asst di Monza, sotto cui è passata la proprietà dell’edificio dallo scorso mese di giugno, è quella di trasferire le proprie attività il prima possibile all’ospedale di Desio, in spazi più adeguati e soprattutto più accessibili. L’ipotesi è quindi quella della vendita dell’immobile». Per quanto riguarda la mancanza di una rampa di accesso per disabili e passeggini, «il problema ci è noto. Ci sono un montascale per i disabili e un percorso alternativo, anche se poco agevole. L’Ufficio tecnico dell’Asst sta predisponendo comunque una soluzione temporanea per andare incontro alle esigenze degli utenti e tamponare la situazione, in vista del trasferimento delle attività».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia