Il virus l'ha strappato ai suoi cari

Desio piange Giuseppe Castoldi, uomo di grande valore

La tristezza più grande «è non averlo potuto più sentire né salutare» il pensiero dei famigliari.

Desio piange Giuseppe Castoldi, uomo di grande valore
Desiano, 09 Aprile 2020 ore 10:24

Desio piange Giuseppe Castoldi, un cittadino di grande valore. Il virus l’ha colpito in modo molto aggressivo, e in pochi giorni l’ha strappato ai suoi cari.

In pochi giorni il virus l’ha strappato ai suoi cari

In città era molto conosciuto. Desiano doc, ha lavorato per molte aziende in Brianza, come responsabile amministrativo. I suoi interessi erano molteplici e aveva tanti progetti. Si interessava delle vicende politiche e amministrative della sua città e spesso lo si vedeva seduto tra il pubblico ad assistere alle sedute del Consiglio comunale. In piazza Conciliazione quotidianamente si fermava a discutere di tutte le questioni che riguardavano la sua Desio. Era particolarmente stimato per la sua preparazione, per la sua conoscenza e per i modi sempre molto garbati che aveva nell’affrontare i temi che gli stavano più a cuore.

Amava l’arte e la cultura

Amava l’arte, una passione che lo accompagnava fin da giovane, tanto che nel 1972 aveva vinto il premio Brianza di poesie con una raccolta dal titolo «Un bellissimo amore». Negli anni è stato anche un artista, con diverse partecipazioni a mostre di pittura.
«E’ stato un pezzo di storia di Desio che se ne è andato» le parole dei figli.

Fu toccato dalla vicenda della Cava Molinara

Fu toccato dalla vicenda della discarica abusiva della ‘ndrangheta che ha coinvolto la cava Molinara intorno al 2008. Sul suo terreno, che è confinante, il gruppo malavitoso che poi venne arrestato, aveva proceduto con uno scavo, pronto ad interrare del materiale. Giuseppe Castoldi fu testimone ed ebbe il coraggio di denunciare. Fu minacciato ma non si tirò mai indietro.

Vicino al comitato Stazione-Sacro Cuore

Si era anche avvicinato al Comitato Stazione-Sacro Cuore. Prendeva parte alle riunioni, e dava suggerimenti. Alla famiglia sono arrivate le sentite condoglianze del gruppo, unite al dolore per la sua perdita improvvisa. Tante le attestazioni di affetto e di stima. La tristezza più grande «è non averlo potuto più sentire né salutare» il pensiero dei famigliari. IL RICORDO SUL GIORNALE DI DESIO IN EDICOLA

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia