Desio, presentato il progetto “Controllo di vicinato”

Fare rete con i propri vicini di casa per tenersi reciprocamente informati su persone o situazioni sospette, nella consapevolezza che «il miglior antifurto è il tuo vicino». E’ il principio su cui si basa il progetto del «Controllo di vicinato», presentato dal referente di Monza e Brianza Camillo Redaelli.

Desio, presentato il progetto “Controllo di vicinato”
30 Novembre 2016 ore 10:06

Fare rete con i propri vicini di casa per tenersi reciprocamente informati su persone o situazioni sospette, nella consapevolezza che «il miglior antifurto è il tuo vicino». E’ il principio su cui si basa il progetto del «Controllo di vicinato», presentato dal referente di Monza e Brianza Camillo Redaelli.

Dopo aver ricordato in cosa consiste l’iniziativa e quali sono le finalità, ha precisato che «in città sono già attivi 14 gruppi, ma più se ne formano meglio è, perché più cartelli “spuntano” più i malviventi sono disincentivati a entrare in azione». Ha quindi illustrato i passaggi da seguire per la costituzione di un gruppo di controllo di vicinato e dato consigli su come prevenire i furti.

“TUTTI I DETTAGLI DELLA NOTIZIA SUL GIORNALE IN EDICOLA E ANCHE NELL’EDIZIONE SFOGLIABILE ONLINE PER, SMARTPHONE, TABLET E PC” 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia