Il destino di Alitalia nelle mani di un concorezzese

Il 52enne Stefano Paleari è stato nominato commissario straordinario della compagnia aerea di bandiera

Il destino di Alitalia nelle mani di un concorezzese
03 Maggio 2017 ore 00:00

Il destino di Alitalia è anche nelle sue mani. Lui è Stefano Paleari, l’ex rettore dell’Università degli Studi di Bergamo dal 2013 al 2015 nonchè già presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui).

Toccherà proprio al 52enne docente universitario, concorezzese doc, che vive in città insieme alla moglie e ai suoi due figli, tentare di salvare la compagnia aerea di bandiera. Infatti Stafano Paleari, insieme ad  Enrico Laghi e Luigi Gubitosi, è stato nominato commissario straordinario scelto dal ministero dello Sviluppo Economico per gestire l’amministrazione straordinaria di Alitalia.

Alitalia e il fallimento ad un passo…

Nella mattina di martedì 2 maggio il consiglio di amministrazione di Alitalia, riunitosi al termine dell’assemblea, aveva deciso all’unanimità di presentare l’istanza di ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria come disposto dalla Legge.

La decisione del Cda è stata presa dopo aver “preso atto della grave situazione economica, patrimoniale e finanziaria della società, del venir meno del supporto dei soci e dell’impraticabilità, in tempi brevi, di soluzioni alternative”.

I voli e le operazioni della compagnia, si legge in una nota diffusa al termine della riunione del consiglio di amministrazione, non subiranno alcuna modifica e continueranno secondo la programmazione prevista.

Il profilo di Paleari

Laureato in ingegneria nucleare, il 52enne, esperto di questioni aeroportuali,  vanta una vasta esperienza nel settore trasporti. Dal 2001 è professore ordinario di analisi presso l’Università degli studi di Bergamo mentre da marzo 2006 è direttore scientifico dell’ICCSAI (International Center for Competitiveness Studies in the Aviation Industry).

Fra i suoi incarichi anche quello di “external examiner” nel master of Science in Air transport management al department of Air transport della Cranfield University, nel Regno Unito.

Dal 2009 al 2015 è stato Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo e dal 2013 al 2015 presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (CRUI).

Fra gli incarichi attualmente ricoperti quello di membro del Comitato d’indirizzo dell’Istituto Toniolo, ente fondatore e promotore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, membro del Coordinating Council for Higher Education of Portugal, e presidente del Comitato di coordinamento di Human Technopole.

Il professore e Concorezzo

L’ex rettore, nel 2014, venne insignito della Gugia dòra direttamente dalle mani del sindaco Riccardo Borgonovo «perché la sua nomina da lustro alla nostra città. In un periodo in cui l’eccellenza universitaria è sempre più importante gli auguriamo che il suo rettorato diventi un modello di innovazione e sperimentazione», sottolineò allora il primo cittadino.

«Vi ringrazio di cuore – commentò Paleari – i riconoscimenti che arrivano dalla propria comunità sono quelli più cari perché ti ricordano le tue origini, la tua identità».

Rodrigo Ferrario

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia