Cronaca
Sono stati tutti sanzionati

Dieci scaricatori di rifiuti abusivi pizzicati a Muggiò

Sorpresi a sversare l’immondizia sulle banchine della Provinciale. Fioccano le sanzioni dal Comando della Polizia locale.

Dieci scaricatori di rifiuti abusivi pizzicati a Muggiò
Cronaca Monza, 12 Settembre 2021 ore 15:00

Pizzicati dalle telecamere a gettare rifiuti lungo le banchine della Sp 131 in corrispondenza del Magic Movie. Sono già 10 i furbetti sanzionati dalla Polizia locale di Muggiò, negli ultimi 15 giorni. Tra di loro c’è una cittadina muggiorese mentre gli altri provengono dalla limitrofa Cinisello.

Dieci scaricatori di rifiuti abusivi pizzicati a Muggiò

Le telecamere di videosorveglianza smart tracking, volute dall’Amministrazione sono state installate nell’area e collegate al Comando di piazza Matteotti, proprio in estate, agevolando e migliorando il monitoraggio della zona per cui stanno arrivando importanti risultati e sono iniziati a fioccare verbali e sanzioni. Le violazioni registrate dall’occhio elettronico sono le più svariate.
"Abbiamo avuto il camperista che svuotava i liquami; l’automobilista che lanciava la bottiglia; la cittadina che ha scaricato due scatoloni di merce varia; l’automobilista che si è fermato due volte a scaricare il parquet di casa; e due ragazzi che abbandonavano un ventilatore" ha raccontato il comandante Marco Beccalli.

"Un rifiuto in più che vuoi che sia"

L’occhio elettronico rivela anche i comportamenti dei responsabili attraverso le sequenze delle loro azioni: c’è chi prima di scaricare attende che il traffico sulla Sp 131 defluisca per non essere visto e c’è chi invece per converso, scarica in modo sfrontato fermandosi sul ciglio della strada sotto gli occhi degli automobilisti costretti a deviarlo nel centro della carreggiata. Ad accomunare tutti c’è la logica del "tanto un rifiuto in più che vuoi che sia in un’area così degradata". Per tutti i responsabili sono scattate le sanzioni.
"Essendo reati ambientali sono state applicate le norme del Codice ambientale per cui sono state comminate le sanzioni di 600 euro cadauno" ha spiegato il comandante.

Convocati al Comando

La scelta del Comando è stata quella di fare i verbali e di convocare i responsabili degli scarichi piuttosto che notificarli alla loro residenza. In questo modo gli agenti hanno potuto mostrare loro le riprese delle telecamere che li ha sorpresi sulla Sp 131 a gettare i loro scarti e renderli consapevoli che quello dell’abbandono dei rifiuti è un danno all’ambiente. Le reazioni dei convocati sono state diverse.
"C’è chi si è scusato e ha pagato la sua sanzione e chi si è alterato come nel caso di una muggiorese che è stata invitata a ritirare i suoi rifiuti e arrivata sul posto si è voltata verso la telecamera salutando" ha spiegato Beccalli.

Un gesto che può far sorridere, ma che fa anche riflettere.

"C’è chi si pente e chi nonostante l’evidenza dei fatti si mette a sbeffeggiare denotando una dissaffezione per le Istituzioni e per l’ambiente" ha aggiunto. A marzo 2020, l’Amministrazione ha collocato il cancello sul viale d’accesso al multisala, proprio per inibire gli scarichi di rifiuti. Adesso ad essere particolarmente bersagliata è la Strada provinciale di via Galvani, dove viene abbandonato di tutto. A colpire e suscitare perplessità sono anche le reazioni degli automobilisti di passaggio mentre si consuma un reato ambientale. "Gli automobilisti, come si vede anche dai filmati, passano oltre la macchina che sta scaricando i rifiuti come se fosse una cosa del tutto normale e infatti nessuno ha mai fatto una telefonata nell’immediato o una segnalazione via mail, preferendo passare noncuranti, salvo lamentarsi di quei rifiuti successivamente" ha puntualizzato il comandante.

La tipologia dei rifiuti scaricati e di chi li abbandona lungo le banchine della Sp 131 è molto variegata, come è emerso dal Comando: uomini e donne di tutte le età. Del resto il gesto è molto semplice: si apre il cofano della macchina e ci si libera di parti di arredamento malmessi, di scarti di edilizia, e di tutto ciò che ingombra e che non serve più nelle case e nelle attività. Quello che invece è trasversale e accomuna tutti è la mancanza di senso civico.

In arrivo altre telecamere

L’attività di monitoraggio della centrale operativa del Comando sull’area del multiplex e della parte muggiorese della Provinciale prosegue. A supportare il lavoro del Comando è previsto l’arrivo e l’installazione di ulteriori 3 videocamere sulla curva di via Galvani che vanno ad aggiungersi a quelle tuttora funzionanti in corrispondenza del multisala. «Entro la fine del mese di settembre ne verranno collocate altre tre prima della curva su via Galvani in modo tale da avere tutto il tratto stradale completo» ha confermato il comandante Beccalli. In uscita verso Nova, il Comando può contare sul portale dei lettori targhe collocato al varco. Insieme ai nuovi occhi elettronici verrà posizionata anche l’apposita segnaletica di divieto di scarico con le relative sanzioni a cui va incontro chi si macchia del reato di abbandono di rifiuti.

"Quindi non si tratta solo di attività di repressione ma anche di prevenzione confidando sempre nella collaborazione di tutti –  ha chiosato – Le telecamere danno un aiuto importante per risalire ai responsabili di qualsiasi tipo di illecito e di infrazione, ma anche per monitorare ai fini preventivi".
Altri «occhi» elettronici sulle aree del Multiplex sono stati installati in via Donizetti, uno degli accessi al multisala, utilizzato per abbandonare i rifiuti, secondo il progetto di implementazione della videosorveglianza per la sicurezza sul territorio voluto dall’Amministrazione.

Necrologie