Asst Monza, Caritas e Chiesa

“Dio piange con noi” nella Giornata mondiale del malato

La mattinata di riflessione è in programma sabato 13 febbraio e si potrà seguire da remoto.

“Dio piange con noi” nella Giornata mondiale del malato
Cronaca Monza, 04 Febbraio 2021 ore 16:16

“Dio piange con noi” nella Giornata mondiale del malato. La mattinata di riflessione, dedicata al mistero della sofferenza, è in programma sabato 13 febbraio e si potrà seguire da remoto.

“Dio piange con noi” nella Giornata mondiale del malato

In occasione della Giornata Mondiale del malato Caritas di Monza, in collaborazione con l’Azienda socio sanitaria territoriale di Monza, con la Chiesa di Monza e Brianza e con la Parrocchia dell’ospedale San Gerardo, invita al convegno in programma per sabato 13 febbraio, dalle 9,15 alle 12. L’incontro si svolgerà da remoto e sarà fruibile dalla pagina di YouTube di Caritas Monza.

Si tratta di un momento di intensa riflessione, con scopi anche formativi, dedicato al grande mistero della sofferenza. All’incontro interverranno Luciano Manicardi, priore della Comunità di Bose e Raffaele Mantegazza, pedagogista e docente dell’Università Bicocca di Milano.

Il convegno sarà introdotto da don Enrico Tagliabue e don Massimo Pirovano, sacerdoti della Parrocchia dell’ospedale San Gerardo. Sempre nella fase introduttiva sono previsti gli interventi di un rappresentante dell’ospedale San Gerardo e di monsignor Luciano Angaroni, vicario episcopale della Zona pastorale V di Monza e Brianza.

“Dio piange con noi”, questo il titolo che è stato dato alla mattinata di riflessione.  I contenuti del convegno sono stati ispirati dall’udienza di Papa Francesco di mercoledì 14 ottobre 2020.

Prendendo spunto dall’incontro con i genitori di don Roberto Malgesini, il sacerdote recentemente ucciso a Como, Papa Francesco affermò che “la cosa peggiore che può capitare è soffrire nell’abbandono, senza essere ricordati. Da questo ci salva la preghiera. Perché può succedere, e anche spesso, di non capire i disegni di Dio. Ma le nostre grida non ristagnano quaggiù: salgono fino a lui, al Signore, che ha cuore di Padre, e che piange lui stesso per ogni figlio e figlia che soffre e che muore…”.

Una Giornata che quest’anno assume un valore particolare, viste le tribolazioni e le sofferenze causate a tante persone dalla pandemia da Covid-19.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli