Distrutta la “Rinascita” del faggio centenario LE FOTO

La base della pianta era troppo ammalorata e compromessa per essere salvata: inevitabile il taglio.

Distrutta la “Rinascita” del faggio centenario LE FOTO
Seregnese, 27 Luglio 2019 ore 12:04

Distrutta la ” Rinascita” del faggio centenario. L’opera d’arte “Rinascita”, nel Parco Arese Jacini di Cesano Maderno, è stata demolita.

Distrutta la  “Rinascita” del faggio centenario

Del faggio centenario del Parco Arese Jacini che nel 2014 era stato trasformato in opera scultorea, non rimane più niente. Alto venticinque metri e dal fusto da 134 centimetri di diametro, il faggio era morto nel 2010, dopo che l’anno prima era stato colpito da un fulmine. Del ceppo alto sei metri che ne era rimasto, la scultrice seregnese Roberta Mariani aveva fatto un’opera d’arte, la scultura “Rinascita”.

Legno attaccato da funghi e parassiti

“In questi anni – spiega il marito dell’artista, Simone Riva – abbiamo provveduto alla regolare manutenzione ma sapevamo che prima o poi questo giorno sarebbe arrivato: il legno del faggio, povero di resina, è soggetto ad attacchi di parassiti e funghi”. La base della pianta era troppo ammalorata e compromessa per essere salvata: inevitabile il taglio. L’artista, che nel 2014 era intervenuta alla cerimonia di inaugurazione dell’opera, al fianco delle autorità locali e delle realtà coinvolte, ha voluto essere presente anche martedì.

5 foto Sfoglia la gallery

Le basi per una nuova rinascita

Con lei il marito, Tiziano Villa e Giuseppe Busnelli del Museo didattico del legno, Raffaella Plano dell’associazione “Amici del Palazzo e Parco Arese Borromeo” e Ferdinando Zanzottera dell’Isal, l’Istituto per la storia dell’arte lombarda. “L’idea – spiega Riva – è quella di gettare le basi per una nuova rinascita: ripiantare un altro faggio a cui qualcuno, tra cento anni, ridarà una nuova vita trasformandolo in opera d’arte”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia