Cronaca
Seregno

Divieto di dimora non rispettato dopo essere stato arrestato per spaccio: i carabinieri lo denunciano

Nonostante il divieto di dimora imposto a seguito dell'arresto per spaccio avvenuto un mese fa, un 39enne di origine marocchine ha infranto l'obbligo di non dimorare in Lombardia ed è stato nuovamente denunciato dai carabinieri di Seregno

Divieto di dimora non rispettato dopo essere stato arrestato per spaccio: i carabinieri lo denunciano
Cronaca Seregnese, 20 Novembre 2022 ore 08:20

Nonostante il divieto di dimora imposto a seguito dell'arresto per spaccio avvenuto un mese fa, un 39enne infrange l'obbligo di non dimorare in Lombardia e viene nuovamente denunciato dai carabinieri di Seregno.

La denuncia per un 39enne di origini marocchine è scattata nella giornata di ieri, sabato 19 novembre 2022.

I fatti

Il 15 ottobre scorso il 39enne marocchino, in Italia senza fissa dimora, nullafacente, celibe, con precedenti penali e di polizia per reati in materia di immigrazione e contro il patrimonio, era stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Seregno mentre spacciava nei pressi della stazione ferroviaria.

In quell’occasione, in via Capitan Giulietti i militari dell’Arma avevano colto il 39enne  mentre cedeva dello stupefacente a un 44enne seregnese del quartiere Crocione.

Spaccio di droga in pieno centro storico

In particolare, quel pomeriggio alle 14:30, in pieno giorno, in piazza Risorgimento, cuore del centro storico, i carabinieri, transitando a bordo della gazzella di servizio, avevano notato che i due, dopo aver avuto un incontro, si stavano allontanando insieme. I due si stavano dirigendo speditamente verso la zona della stazione e lasciavano immaginare che il primo stesse andando a prendere lo stupefacente da consegnare al secondo.
Così, appostatosi nei pressi del luogo dove il 39enne da qualche tempo abita, i militari, dopo aver visto lo scambio della droga, avevano prima fermato il 44enne, acquirente della droga, e poi avevano bloccato il 39enne che, accennata una brave fuga, si era trovato in trappola, braccato dai carabinieri in una strada senza uscita.

Divieto di dimorare in Lombardia

Il 39 enne dopo quell’arresto, che venne convalidato dal gip, era riuscito a ottenere nuovamente la libertà, in attesa del futuro processo. Ma il giudice gli aveva comunque applicato la misura cautelare non custodiale del divieto di dimorare nella regione Lombardia.
E così ieri, sabato 19 novembre 2022,  quando i carabinieri del radiomobile, transitando in piazza Risorgimento di Seregno, hanno nuovamente visto il 39enne ancora una volta lì, intendo a bivaccare e forse aspettare il prossimo appuntamento, lo hanno fermato, condotto in caserma e lo hanno denunciato per la violazione del divieto di dimorare in Lombardia.

Seguici sui nostri canali
Necrologie