Domani ad Albiate l’addio al tassista travolto sulla Milano-Meda

Oltre a familiari e amici arriveranno tanti tassisti milanesi, suoi colleghi di lavoro. 

Domani ad Albiate l’addio al tassista travolto sulla Milano-Meda
Caratese, 18 Gennaio 2019 ore 14:07

Domani ad Albiate l’addio al tassista travolto sulla Milano-Meda. Oltre a familiari e amici arriveranno tanti tassisti milanesi, suoi colleghi di lavoro.

Domani ad Albiate l’addio al tassista travolto sulla Milano-Meda

Si terranno domani, sabato 19 gennaio, ad Albiate, i funerali di Eugenio Fumagalli, il tassista morto, dopo essersi fermato a soccorrere due giovani rimasti vittime di un grave incidente stradale avvenuto sulla Milano Meda, all’altezza di Binzago (Cesano Maderno).

Ad Albiate, dove Eugenio era nato e cresciuto e dove abitano ancora oggi i familiari, l’ultimo saluto è previsto alle 15.00 nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Evangelista. Oltre a familiari, amici e conoscenti sono attesi anche tantissimi tassisti milanesi, colleghi del 47enne, che da alcuni anni abitava a Carugo.

Fumagalli, lo ricordiamo, è morto nella notte tra sabato 12 gennaio e domenica 13.  Erano le tre e mezza, stava viaggiando in direzione Como. Si era fermato per a soccorrere due fidanzatini a bordo di una Fiat 600, speronata da un’auto pirata guidata da un lazzatese (rintracciato e  ora agli arresti domiciliari per omissione di soccorso).

Ha accostato il suo taxi, ha messo le quattro frecce, è sceso, ha indossato il gilet giallo catarifrangente e si è precipitato verso l’auto rossa carambolata dopo essere stata speronata.

Poco dopo, altre due vetture si sono schiantate contro la «600», una Renault Clio guidata da un 47enne di Meda e una Volkswagen Passat guidata da un romeno residente nel Milanese. Fumagalli è stato travolto e ucciso sul colpo, in una dinamica ancora tutta da ricostruire.

LEGGI QUI LA TESTIMONIANZA DEI DUE FIDANZATI A BORDO DELLA FIAT 600

Le indagini proseguono

Le indagini infatti sono ancora in corso. In particolare sulle immagini della videocamera montata sull’auto del tassista e su quella di un’altra auto privata, il cui conducente si era fermato per prestare i soccorsi a sua volta.

Dimessa una 16enne rimasta ferita

Nel frattempo è stato dimessa dall’ospedale di Monza la 16enne ricoverata in prognosi riservata. La minore, di Novedrate, era a bordo di un’auto guidata dal padre che si è fermato a sua volta a prestare soccorso. La ragazzina, scesa dall’abitacolo, per evitare di essere investita da una vettura in arrivo, è caduta all’indietro procurandosi un grave trauma cranico. E’ stata ricoverata per 5 giorni al San Gerardo. Sarà sottoposta nelle prossime settimane ad ulteriori controlli da parte dell’equipe medica monzese.