Dopo gli sputi anche uova e vernice contro la Polizia

Il Sap stigmatizza quanto avvenuto nei giorni scorsi durante le manifestazioni studentesche “No Salvini day”.

Dopo gli sputi anche uova e vernice contro la Polizia
17 Novembre 2018 ore 15:27

Dopo gli sputi, che non sono stati considerati reato, anche uova e vernice contro i poliziotti. A lanciarle gli studenti, in diverse città italiane, in occasione delle manifestazioni per il “No Salvini day”. A denunciarlo il Sap, Sindacato autonomo di polizia.

Dopo gli sputi anche uova e vernice contro la Polizia

“Solo qualche giorno fa avevamo commentato con estrema indignazione,l’assoluzione di un antagonista che due anni fa, durante una manifestazione sputò contro un poliziotto. Il risultato? Venerdì tantissimi giovani, in diverse città d’Italia, si sono divertiti a lanciare uova, vernice e sputare contro gli operatori di Polizia impegnati in servizio di ordine pubblico”. Così Stefano Paoloni, segretario generale del Sindacato autonomo di polizia (Sap), relativamente ai tafferugli avvenuti a Roma, Milano e Bologna in occasione del “No Salvini day”.

 ” Un oltraggio allo Stato”

 

“Inveire contro la Polizia, lanciando contro di essa ogni tipo di oggetto o insulto, significa oltraggiare lo Stato e chi ogni giorno, lavora per garantire la sicurezza dei cittadini e, in questo caso, il diritto a manifestare. Diritto – sottolinea  Paoloni – di cui ci si deve avvalere in maniera pacifica, così come previsto dalla Costituzione. Quando non si rispetta questo assunto – conclude – non vi è dissenso, ma delinquenza e pertanto non può passare un messaggio di impunità”.

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia