Besana

«Dopo le “Cinque frecce”, è ora di mettere in sicurezza l’incrocio con via Rivabella»

Promossa una raccolta firme tra i residenti: chiedono più illuminazione e un intervento sullo svicolo

«Dopo le “Cinque frecce”,  è ora di mettere in sicurezza l’incrocio con via Rivabella»
Cronaca Caratese, 11 Febbraio 2021 ore 16:12

A Besana in Brianza, il tratto di viale Kennedy compreso tra il passaggio a livello e l’incrocio con via Rivabella «è luogo a rischio per l’incolumità dei pedoni in transito, dato anche l’elevato afflusso di mezzi che negli anni ha procurato numerosi sinistri».
Dopo le segnalazioni all’indirizzo di Comune e Provincia andate per il momento a vuoto, i residenti della porzione di Villa Raverio che si stende prima della stazione ferroviaria lo hanno messo nero su bianco in una missiva indirizzata a sindaco, responsabile delle rete stradale della Provincia e Carabinieri, promuovendo contestualmente una raccolta firme.

Più sicurezza allo svincolo

Tre i punti sui quali si richiede un intervento. Ci sono i due attraversamenti pedonali: il primo, arrivando da Carate Brianza, si trova subito dopo l’intersezione con via Rivabella; il secondo è a ridosso dei binari. Quest’ultimo, in particolare, «non ha nessuna illuminazione» e, soprattutto quando cala il sole, offre un passaggio tutt’altro che sicuro per i pedoni. Da qui la richiesta dell’installazione di un impianto che porti finalmente la luce.
C’è poi l’incrocio tra le due Provinciale: la Sp6 (viale Kennedy) e la Sp112 (via Rivabella). Problema annoso questo.
«Le auto sfrecciato, ci sono stati diversi incidenti e solo per una concessione del destino non si è registrata nessuna vittima», sottolineano i residenti.
Si aggiunge poi la manovra di sorpasso, notata più volte da chi scrive, degli automobilisti in coda a causa del passaggio a livello abbassato: in fila su viale Kennedy verso Villa Raverio, pigiano il piede sull’acceleratore e, in contromano, svoltano sulla Sp112.

“Ora tocca a noi”

«In altri luoghi, posti sullo stesso viale (Kennedy, ndr), sono state create rotonde e incroci nuovi, nonché a breve la creazione di una rotonda sita sull’incrocio “5 Frecce”, tutte opere poste ad una miglioria e benessere del centro di Besana – si legge sulla petizione – Si evince pertanto che i costi per la realizzazione della rotatoria sull’incrocio “5 Frecce” sono stati elargiti, disinteressandosi di un incrocio ad alto rischio di sinistri, lasciando la periferia di Villa Raverio in un completo disinteresse».
Insomma, dicono i firmatari, dopo largo Libertà, è ora che si metta in sicurezza anche il «loro» tratto di Provinciale. In sicurezza e, anche, in pulizia: dalla potatura delle piante alla cura della strada.
«Ho incontrato queste persone e sono consapevole delle loro difficoltà – ha affermato il sindaco di Besana Emanuele Pozzoli – Quello che posso dire al momento è che lavoreremo con la Provincia per arrivare a una soluzione».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli