Monza

Dopo tre anni in rifugio finalmente hanno trovato casa insieme

Sono Val e Pen, due conigli nani abbandonati in uno scatolone e ora adottati da una famiglia. 

Dopo tre anni in rifugio finalmente hanno trovato casa insieme
Monza, 28 Luglio 2020 ore 13:42

Dopo tre anni in rifugio finalmente hanno trovato casa insieme. Sono Val e Pen, due conigli nani abbandonati in uno scatolone e ora adottati da una famiglia.

Dopo tre anni in rifugio finalmente hanno trovato casa insieme

Il rifugio di Monza ospita tanti animali, non solo cani e gatti. L’ultima storia raccontata dai volontari di Enpa riguarda due coniglietti nani, trovati abbandonati in uno scatolone ormai il 3 febbraio del 2017 e rimasti in rifugio per oltre tre anni.

I protagonisti sono Val e Pel  che da pochissimo hanno ottenuto il non invidiabile titolo di conigli da più tempo ospiti del rifugio di Monza. Arrivati insieme ed essendo molto affiatati tra loro lo staff del rifugio aveva deciso di non separarli e cercare per loro un affido di coppia.

In questi anni i due conigli hanno condiviso il box con altri simili che andavano e venivano ma loro, chissà come mai, non venivano mai scelti da nessuno.

Finalmente anche il loro momento è arrivato: una fantastica famiglia si è accorta di loro e hanno deciso di portarli a casa entrambi.

Una nuova vita per Ary e Muffin

Diventati Ary e MuffinSarah e Lorenzo, i nuovi padroni, raccontano che stanno benissimo e sono molto felici. Si sono ambientati alla grande nella nuova casa e sono diventati i padroni del giardino. Quando fa caldo stanno sotto le siepi, ma di solito sono in giro a rincorrersi e giocare  o a nascondersi nei buchi più impensabili e a brucare l’erba.

Ne restano tanti da adottare…

Quella della storica coppietta è una bellissima notizia, ma i volontari non possono non pensare a tutti i conigli che ancora stanno aspettando il loro momento. Come, ad esempio, la dolce Eowyn, arrivata in rifugio anche lei nel 2017, ereditando da loro – suo malgrado – il titolo di coniglio da più tempo nel rifugio. E poi c’è Cheridan, arrivato che aveva solo due mesi e che ora ha un anno e mezzo. E poi, ancora, Scellino, scaraventato da una macchina in corsa. Sono tanti: ognuno ha la sua storia e il suo carattere, ma tutti meritano una bella famiglia.

Nella foto Cheridan

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia